grazie a SOGNI SU CARTA per l'immagine
Il blog è aperto a tutti, scrivete anche voi la vostra storia!!!

basta inviare una mail a [email protected]
oppure compilare il modulo di contatto per poter diventare autori

gruppo FB!!!!!!!!!!

a disposizione il gruppo FACEBOOK per consigli sui temi da trattare nelle rubriche e per condividere esperienze chiedete di essere aggiunte!!!! https://www.facebook.com/groups/783651041653544/

sabato 31 maggio 2014

Fitness da spiaggia


Questo è l'ultimo post della mia rubrica, prima della pausa estiva.
Se avete seguito i miei consigli, dovreste aver raggiunto una discreta forma fisica e mi piace immaginarvi pronte per la prova costume.
Ma, questa straordinaria forma fisica va mantenuta e quindi, su suggerimento della nostra Lara, ho pensato ad alcuni esercizi da proporvi e che potete fare durante le vacanze.

[credits by benessere.unita.it]

venerdì 30 maggio 2014

Tempo d'estate: le offerte dal web

Manca davvero pochissimo e poi sarà ufficialmente ESTATE!! Scuole, asili o lavoro agli sgoccioli e (nonostante il tempo po' ballerino) noi abbiamo tantissima voglia di prendere tre magliette per uno e muoverci da Milano. Immagino sia la stessa cosa anche per voi!



Avete già deciso la meta per l'estate 2014? Cosa vi aspettate:relax, avventura, mare, sole, scoperta? Noi siamo ancora in alto mare, ma il nostro must sarà ancora tenda + bici con un unico obiettivo: cercare di gironzolare quanti più giorni possibile, con un budget piuttosto ridotto. Nessuna scoperta dell'acqua calda - credo sia il problema di molti, soprattutto considerando che siamo obbligati alle ferie d'agosto - ma la scelta del camping, una volta ammortizzata la spesa dell'attrezzatura, sicuramente aiuta! 

Ma come organizzare le prossime vacanze, risparmiando il più possibile?

giovedì 22 maggio 2014

La ricetta di Fra




Per il mio ultimo post ho deciso di ispirarmi all'estate in arrivo, che porta sole, caldo e poca voglia di cucinare, soprattutto cose calde.


mercoledì 21 maggio 2014

MANGIA PREGA AMA

Per i miei due ultimi post ho deciso di ospitare delle amiche blogger e farle parlare dei loro film preferiti...
ho scoperto con piacere di aver visto anche io questi film e di averli apprezzati... ma leggendo le loro recensioni ho capito che loro li avrebbero descritti meglio.

Cominciamo da Sara e dal suo "MANGIA PREGA AMA",film in cui ha anche avuto una piccola particina come comparsa (che emozioneee!!!),ma non voglio anticiparvi troppo e vi lascio alle sue parole.
Buona lettura e buona visione del film (o ri-visione se non l'avete già fatto!).



Non so se realmente io possa definirlo il mio film preferito, ma rientra senza dubbio tra la rosa di  quelli che più mi sono rimasti dentro, in qualche modo …e non solamente perché ne sono stata parte (seppur per un frammento di un secondo e di schiena) attiva, come comparsa e perché mi ha dato modo di girare un ciak stando a due metri di distanza dalla mia attrice preferita J, ma perché ha saputo toccare tante corde sensibili in uno specifico momento della mia vita, trattando temi non del tutto banali pur  restando sempre una semplice commedia a lieto fine!!Il film in se per se non è niente di cinematograficamente sconvolgente, quindi vi prego non aspettatevi cose incredibili !!!
La prima parte del film inizia mettendo a nudo la necessità della protagonista di porre fine al suo matrimonio, oramai arrivato ad un punto di non ritorno, parla della sua infelicità ed il bisogno di scappare da tutto questo, senza preoccuparsi di quello che dirà la gente, degli stereotipi della società, che la inquadravano ora come moglie, poi come madre e mostra la forza di questa donna nel dare voce alle sue esigenze,  senza condizionamenti e tirando fuori tutta la forza che ha in se per cambiare le carte in tavola, per il suo esclusivo bene e per inseguire quello di cui aveva bisogno, necessario a rimettere in sesto il suo animo… parte molto complessa  da capire, perché facilmente criticabile, in quanto il suo atteggiamento può passare per un atto di puro egoismo ... Io stessa l’ho giudicata, perché ho avuto la sensazione che non abbia lottato abbastanza per tentare di rimettere a posto le cose!!! Ho apprezzato tanto però, leggendo il messaggio in una chiave diversa, questa fermezza nel volere affermare se stessa a costo di essere la voce fuori dal coro… ho  compreso il movente che l’ha spinta a volere intraprendere questo viaggio, che può sembrare un banale modo di scappare, ma che ho vissuto più che altro, come una metafora di un viaggio dentro se stessa, per conoscersi, per scoprirsi. Non so se sia più forte chi resta o chi se ne va, gli va dato atto che rappresenta comunque un gesto di grande coraggio.
(MANGIA) Si vola così verso Roma, rappresentata come la patria del “dolce far niente” dove deliziare palato e stomaco per scoprire, attraverso il cibo, i piaceri della vita, dell’amicizia e del tempo dedicato a se stessa…
(PREGA) per poi arrivare in India, meta dedicata alla ricerca della spiritualità, dell’io interiore… bellissimi i paesaggi, le tradizioni, i colori … luogo dove la protagonista vuole far pace con se stessa, impara il sacrificio e la meditazione, riprendendo il controllo del suo animo… stupendo l’incontro con Ketut, personaggio surreale e simpaticissimo, che gli darà delle indicazioni preziose da cui ripartire (cit. : Se riesci a fare un po' di spazio nella tua mente si apre una porta e allora sai che farà l'universo? Ti inonda e tutto il resto non conta più...)
(AMA) ed infine Bali dove si conclude un viaggio di consapevolezza, di ricerca ed il raggiungimento di una sorta di maggior equilibrio, mettendo in pratica tutto il bagaglio di esperienza fatto e ciò che si è imparato…fino ad arrivare ad essere pronti per poter aprire il cuore ad un nuovo amore…con una coscienza nuova delle cose.
Si parla di una crisi, del coraggio e della ricerca di una “soluzione”, si parla del senso di colpa, del perdono verso se stessi, del trovare la chiave per lanciare il cuore per aria pur tenendo i piedi per terra…e seppur sono la prima ridere sul fatto che solo una protagonista medio borghese possa permettersi un anno sabbatico per trovare tutto questo, penso anche che possa essere preso come spunto per farlo ogni giorno dentro le semplici mura di casa nostra, con le nostre piccole cose, nelle nostre vite, senza arrivare a questo gesto estremo, ma senza nemmeno dimenticare che siamo delle persone, che hanno un’anima che va alimentata ed amata…perché questo viaggio dentro se stessi a volte vale la pena farlo J

VERSIONE PDF

martedì 20 maggio 2014

E ORA, PULIAMO LE TAPPARELLE!


MA RICORDATEVI PRIMA DI FARE UN'ABBONDANTE COLAZIONE, PERCHE' SERVONO ENERGIE E BRACCIA CHE NON CEDANO ALLA STANCHEZZA!

E' probabile che di recente e con l'arrivo di giornate soleggiate, vi siate dedicate alla pulizia di vetri e infissi.
Ma se dietro a una finestra pulita c'è una tapparella sporca, il vostro sforzo e il vostro impegno sarà un po' vanificato.
Perciò siccome siamo ormai nel pieno della bella stagione, dedichiamoci alla pulizia completa delle nostre finestre senza tralasciare nulla.

Intanto vi dico cosa prendere:

lunedì 19 maggio 2014

Nero-coniglio


le cose che ci fanno paura sono per forza cattive? ne siamo proprio sicuri?


Coniglio è inseguito da un grande coniglio nero
Lui, piccolino, è molto spaventato e, per quanto corre, per quanto si nasconde Nero-Coniglio lo ritrova sempre. L'unico posto dove è al sicuro è dentro la FORESTA FITTA E BUIA, lì in effetti Nero-Coniglio non c'è... ma siamo sicuri che sia stata una buona idea?
età consigliata: dai 4 anni

Consigliato ai bimbi che hanno paure da affrontare
"Coniglio sorrise e, chissà perché, fu sicuro che anche Nero-Coniglio gli stesse sorridendo"

VERSIONE PDF

Buona lettura
Lara


domenica 18 maggio 2014

Vi raccontiamo il nostro parto naturale.

La gravidanza è il periodo in cui ci si prepara all'incontro che si sta per fare, parto naturale o cesareo quello che ogni mamma non dimenticherà mai è il momento in cui il piccolo incontra gli occhi della mamma.
Le esperienze in attesa di questo incontro, che farà scattare il colpo di fulmine, possono essere molteplici e per questo ho chiesto ad Elena e a Samantha di raccontarci la loro esperienza dal loro personalissimo punto di vista.

sabato 17 maggio 2014

Le nostre rubriche: alla conquista del Mammacheblog!


Questa volta, la rubrica #fitnesszone apre una piccola parentesi per annunciarvi che oggi alcune di noi rubrichiste saranno presenti al

mammacheblog

Abbiamo creduto nel progetto proposto da Lara, quello delle nostre rubriche, in cui alcune mamme si sono messe a disposizione di altre mamme, mettendosi in gioco e scrivendo post dedicati a varie tematiche.

venerdì 16 maggio 2014

Un post serio: gli stili di yoga.


E come ultimo post, casomai fossi riuscita a convincere qualcuna a mollare la wii fit e a iscriversi a un corso di yoga, vorrei lasciarvi con un post serio che vi possa aiutare a scegliere QUALE yoga praticare. Già perché non esiste semplicemente LO yoga. Esistono diversi “stili” (cosa che io ho scoperto solo quando sono arrivata in città e il maestro della nuova scuola mi ha chiesto da che tipo di pratica venissi... La risposta Boooh, la mia maestra si chiama Dolce Signora Minù, ha vissuto in un ashram in india con suo marito Walter per un saaacco di tempo. Poi sono tornati in Italia. Li conosce? pare non lo abbia soddisfatto). Bene, quel giorno ho scoperto che la Dolce Signora Minù era maestra di yoga Sivananda mentre il nuovo mastro Ivan il Terribile di Iyengar yoga (che sta allo Sivananda come Robocop sta Iridella per intenderci). 
Ecco, oggi vorrei parlarvi di alcuni di questi stili, i più tradizionali e quelli che più facilmente potreste trovare nelle vostre città.

Premessa: i tre principali tipi di yoga (Astanga, Iyengar and Viniyoga) hanno radici comuni dal momento che i tre fondatori hanno studiato dallo stesso maestro nello stesso istituto, mentre gli altri due stili principali (Integral e Sivananda) sono stati creati entrambi da discepoli del maestro Sivananda. Non esiste uno stile migliore di un altro, la scelta dipende dalla propria attitudine. Personalmente vi consiglierei di fare una lezione di prova di diversi stili, prima di scegliere quello che fa per voi.

Astanga Yoga
L'Ashtanga yoga, sviluppato da K. Pattabhi Jois, è fisicamente impegnativo ed è l'ideale per chi vuole un allenamento ad alto impatto. I praticanti eseguono una sequenza di posizioni prestabilite la cui difficoltà aumenta a seconda del livello di pratica, ossia più semplice per i principianti e via via più complessa per intermedi ed esperti. Lo scopo è quello di di rafforzare il corpo, renderlo più flessibile e resistente attraverso tali sequenze. Dal momento che richiede un certo impegno fisico, non è sicuramente adatto a chi cerca un approccio più rilassato o meditativo. Il cosiddetto Power Yoga si basa su Ashtanga. Curiosità: lo pratica Madonna.

Iyengar Yoga
Chi l'ha detto che stare in piedi è solo questione di tenere il corpo dritto in equilibrio sulle gambe? E che star seduti significa mettere semplicemente il popone su una sedia? Provate a farlo in presenza di un maestro Iyengar e vi renderete conto di quanti errori si facciano anche nelle posizioni più semplici, come appunto il Tadasana, o Posizione della Montagna, o per i profani “stare in piedi per esempio in coda alle poste o dal medico”.
Codificato dal maestro B.K.S. Iyengar, è uno degli stili più popolari di Yoga in tutto il mondo. Lo stile di Iyengar si distingue per la grande attenzione ai dettagli e l'allineamento preciso delle asana, che vengono raggiunte grazie all'utilizzo di supporti come blocchi, sedie, cuscini, panni, cinghie.
In questo stile, le asana sono tenute a lungo e ripetute più e più volte, fino a che non si è raggiunta una "forma" accettabile e vicina il più possibile alla perfezione dei dettami del maestro Iyengar. Solo allora si potrà passare alla respirazione (Pranayama). Questa attenzione ossessiva per la perfezione è il “marchio di fabbrica” dello Iyengar yoga, che richiede ai propri maestri un programma di formazione molto rigoroso della durata di diversi anni e che è sicuramente indice di grande qualità del metodo stesso (che non a caso ha avuto un successo planetario). Tuttavia, proprio la ricerca ossessiva della precisione lo rende inadatto a chi per attitudine non presta attenzione ai dettagli o per chi ricerchi una pratica più soft oppure ancora a chi cerchi una completezza con la respirazione e il rilassamento fin dalle prime lezioni.

Viniyoga Yoga
Noto anche come "Yoga del benessere". Dal momento che è un metodo che non conosco, mi limito a rimandarvi a questo link e a dirvi che sicuramente è un metodo che mi attrae. In pratica dice che dal momento che non tutti siamo uguali e che persino il singolo individuo non è sempre uguale a sé stesso, non è il discepolo che deve adattarsi allo yoga, ma lo yoga che deve adattarsi al discepolo. Le asana sono quindi modificate allo scopo di soddisfare le esigenze specifiche di un individuo e per migliorare la salute, la flessibilità e la forza delle articolazioni. La pratica, che è una combinazione di asana, Pranayama, meditazione e studio, genererà nel discepolo una sensazione di benessere e di forza. Dal momento che è una pratica adattata al singolo, difficilmente potrà essere effettuata in una classe, ma richiederà un maestro privato.

Sivananda Yoga
Sviluppato da Vishnu-Devananda,  autore di uno dei classici di Yoga contemporaneo, "The Complete Illustrated Book of Yoga". Il suo libro, che potete trovare qui, è stato pubblicato nel 1960 ed è tuttora uno dei migliori testi introduttivi allo Yoga. Il nome di questo stile deriva dal nome del suo maestro, Swami Sivananda, uno dei guru di yoga più noti in tutto il mondo.
Le lezioni di Yoga Sivananda sono composte da una parte di Pranayama, una di asana, e una di rilassamento (ora capite perchè è il mio preferito!). Si basa inoltre su una alimentazione sana (che non necessariamente vuol dire dieta e digiuno), sul pensiero positivo e sulla meditazione. La pratica Sivananda consiste di dodici asana di base di yoga volte ad aumentare la forza e la flessibilità del corpo, e una maggior consapevolezza di sé attraverso una corretta respirazione e la meditazione. Lo Sivananda yoga conta numerosi centri in tutto il mondo ed è considerato come una delle più grandi scuole di yoga. Ah, dimenticavo. NON si fa utilizzo di adds e non c'è una ricerca spasmodica della perfezione! Dal momento che comprende una o due sessioni di Pranayama e altrettante sessioni di rilassamento, le lezioni di Sivananda yoga durano non meno di un'ora e mezza. Ne uscirete rigenerari, in pace col mondo e in totale assenza di necessità fisiche quali mangiare o dormire (provare per credere). Dal momento che è una pratica veramente rigenerante, l'ideale sarebbe poterla fare il mattino appena svegli, in modo da poterne protrarre i vantaggi per tutta la giornata.

Integral Yoga
Lo “Yoga Integrale” pone uguale enfasi sul Pranayama (ossia sulla respirazione controlalta), sulla meditazione e sulle Asana. Questo stile di Yoga è utilizzato anche per scopi terapeutici in casi per esempio di disturbi cardiaci.
La pratica di Yoga Integrale ruota intorno ad alcuni obiettivi principali fra cui la salute, la forza fisica, il controllo dei sensi, l'ottenimento di una mente limpida, calma e disciplinata, un più alto livello di consapevolezza e peace&love.

Oltre a questi cinque stili principali poi potrete trovare tutta una serie di pratiche alternative più o meno nuove, più o meno di moda, più o meno fondate che vanno dall' yoga in assenza di gravità, allo yoga della risata, al cosidetto “nude yoga”. Per una completa descrizione dei cinque stili di cui vi ho accennato e per altri ancora, vi rimando alle note nelle quali vi do i link dai quali ho tratto la maggior parte delle informazioni di questo post.

Namastè!

Nota:
http://www.abc-of-yoga.com/beginnersguide/yogastyles.asp

http://yogasite.com/yogastyles.html

VERSIONE PDF

giovedì 15 maggio 2014

La ricetta di Ele


Questa settimana una ricetta etnica, da preparare in occasione di una cena a due oppure per una serata con amici.

mercoledì 14 maggio 2014

LA SAGA DI IRON MAN



Io mi sono sempre considerata una maschiaccia
da piccola preferivo giocare coi maschietti... metto raramente i tacchi alti ... e "aborro" i film romantici!!!
il mio attore preferito è da sempre Bruce Willis,ma beh!,anche Robert Downey jr. non scherza eh... fa parte di quella razza che invecchiando migliora,come il vino! ;)
R.D.jr associato alla fantascienza è per me una bomba atomica! quindi non potevo non amare Iron Man 1,2 e 3 :)



ho visto il terzo l'altro giorno su sky,credo in prima tv...ed è uno dei rari casi in cui il sequel  è meglio del precedente...
certo la storia non brilla di originalità (il supereroe che salva il mondo) però io mi perdo a guardare gli effetti speciali,o nell'ironia che contraddistingue il personaggio principale,che tutto è fuorchè perfetto come dovrebbe essere un supereroe,anzi secondo me si rimarcano molto i difetti dell'essere umano.



e poi donnine cara,alla fine lo si può guardare anche solo per la sua bella faccia eh ;) sempre sia di vostro gusto!!!

VERSIONE PDF


martedì 13 maggio 2014

LUNGA VITA AI FIORI RECISI...SAI COME FARE?



E SE NON LO SAI....DA OGGI SALLO!

Primavera, prati pieni di fiori, festa della mamma, la casa si riempie di profumo e colore.
E il desiderio è quello di far durare la loro bellezza il più a lungo possibile.
Ma come fare se non si ha il pollice verde?
Non vi preoccupate, perché ho studiato per bene e ho un po' di consigli affinché i vostri fiori restino freschi e vitali per un bel po'.

1. Prima di metterli nel vaso, tagliate un paio di centimetri dall'estremità dello stelo, con un taglio obliquo.
2. Fate attenzione a non spezzare/schiacciare mai gli steli , neanche quelli legnosi.  Quindi meglio evitare le forbici, prediligendo l'uso di un coltellino dalla lama ben affilata. Più il taglio è preciso e obliquo, poi i vostri fiori avranno possibilità di vivere qualche giorno in più.

lunedì 12 maggio 2014

Gatto Nero, Gatta Bianca


sono diversi... sono agli opposti... posso andare d'accordo?
Lui è un gatto tutto tutto tutto nero ed esce solo di giorno
Lei è una gatta tutta tutta tutta bianca ed esce solo di notte
Potranno mai essere amici?
si incontreranno mai?
e Gatto Nero potrà mai scoprire i segreti della notte?
e Gatta Bianca saprà mai quante cose succedono di giorno alla luce del sole?
se si è abbastanza "umili" per cedere alle proprie abitudini ed affrontare ciò che non si conosce, si scoprono un sacco di cose divertenti.
Si fanno nuove amicizie e, perché no, si potrebbe trovare l'amore.
età consigliata: dai 3 anni
super consigliato anche per la grafica (quasi tutta in bianco e nero)

VERSIONE PDF

Buona lettura
Lara


sabato 10 maggio 2014

SOS cosce: come snellirle!


Oltre alla pancia, un altro dei miei punti critici sono le cosce.
Ora, non so voi, ma quando guardo le VIP tipo le modelle e le solite veline (Nargi, Satta, Canalis e così via), rimango sempre incantata dalla magrezza delle gambe, soprattutto da tutto quello spazio che c'è tra le gambe.
Capito cosa intendo? 
Ecco, qui, la prova (non distraetevi sul lato B di Federica Nargi, che quello è da paura e si sa)! 

[credits www.oggi.it]

venerdì 9 maggio 2014

jumpsuit che passione






Oggi vi parlo di un capo che e' gia' qualche anno che spopola ma che a me non ha ancora stancato..anzi piace sempre piu'..soprattutto nelle versioni estive..perche' indossato quello si e' gia' apposto e basta cambiare gli accessori per essere pronte per un cambio programma, sto parlando della jumpsuit o semplicemente tuta intera.

Prima opzione total black Zara docet

 
http://thestylespy.com/wp/wp-content/uploads/Zara-Long-Jumpsuit.jpg
Rossa di Osap

http://image8.oasap.com/o_img/2013/02/24/26805-153089-big/V-neck-High-Waistline-Jumpsuit.jpg






Jumpsuit da passerella:

http://www.womanaroundtown.com/wp-content/uploads/2012/07/the-jumpsuit-520x338.jpg
e da cerimonia:

http://static.pourfemme.it/pfmoda/fotogallery/625X0/91337/jumpsuit-in-seta-catherine-malandrino.jpg

la versione corta:
 
http://4.bp.blogspot.com/-QqtzXjjvDoY/T7tlfyiugqI/AAAAAAAAAKI/F0dFn2MR6iE/s1600/inspirasi_jumpsuit.jpg
e quella che piace a me coloratissima per questa estate 2014 che sta per arrivare:
http://bhevacollection.com/wp-content/uploads/2013/10/jumpsuit-spandek-panjang-75-rb-pendek-70-rb.jpg

VERSIONE PDF

 E ora non rimane che a voi decidere che Jumpsuit siete...????

giovedì 8 maggio 2014

La ricetta di Fra


Oggi vi lascio alcune varianti di un dolce amatissimo, alcune piu leggere altre piu golose..

Signore e signori..

mercoledì 7 maggio 2014

IN TIME



E se il valore delle cose non venisse calcolata in soldi ma in tempo?
Vado a fare la spesa e pago 2 minuti e mezzo del mio tempo
La rata della macchina 20 minuti...
e così via...

IN TIME è un film basato su questo
si nasce con un timer a mo di tatuaggio sul braccio che segna un anno,si cresce e si invecchia fino a 25 anni,poi da li in poi si usa quell'anno per poter pagare tutto,e lavorando si guadagna tempo
come in ogni società c'è chi è milionario (in questo caso millenario) e chi invece vive alla giornata,guadagnando lo stretto necessario per arrivare al giorno dopo...
Will Salas perde sua madre proprio sul filo del rasoio e quindi decide di riscattare il suo mondo povero ,rubando ai ricchi
una sorta di Robin Hood

adoro questi film che raccontano di una sorta di mondi paralleli... mi fanno "sognare" altre vite e mi fanno riflettere su cosa avrei/avremmo potuto fare se vivessimo davvero in quel modo!

VERSIONE PDF

martedì 6 maggio 2014

COME PULIRE L'ASPIRAPOLVERE


...QUELLO CHE SOLITAMENTE CHIAMO "IL MIO BRACCIO DESTRO"!

Senza aspirapolvere la mia vita di casalinga non sarebbe la stessa. Senza aspirapolvere mi sentirei incompleta. Odio usare la scopa, non mi da la stessa soddisfazione che invece mi da la mia cara e vecchia aspiratutto.
Ne ho cambiate diverse nel corso degli ultimi 10 anni. Prima una comune scopa elettrica. Poi un'aspirapolvere più potente e con diverse spazzole e prolunghe. Poi di nuovo scopa elettrica professional e l'ultimo acquisto è un mini aspirapolvere compatto che racchiude le funzioni di una scopa elettrica e di un aspirapolvere classico e potente.
La prima l'ho bruciata (!), il secondo pure (!!), la terza è ancora perfettamente funzionante nonostante le decine di riparazioni e il quarto è in cantina come "panchinaro".
Insomma toglietemi tutto ma non il mio braccio destro.
Ecco perché a casa mia la cura e la pulizia dell'aspirapolvere sono operazioni che non vengono mai tralasciate.

lunedì 5 maggio 2014

#invasionidigitali #invadiamovicenza con i bimbi


Il primo maggio abbiamo partecipato alle Invasioni Digitali in formato famiglia, create appositamente per essere fatte CON bambini. Noi abbiamo giocato in casa ed abbiamo invaso Vicenza, più precisamente Palazzo Leoni Montanari.

Potrebbe interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...