grazie a SOGNI SU CARTA per l'immagine
Il blog è aperto a tutti, scrivete anche voi la vostra storia!!!

basta inviare una mail a [email protected]
oppure compilare il modulo di contatto per poter diventare autori

gruppo FB!!!!!!!!!!

a disposizione il gruppo FACEBOOK per consigli sui temi da trattare nelle rubriche e per condividere esperienze chiedete di essere aggiunte!!!! https://www.facebook.com/groups/783651041653544/

venerdì 28 febbraio 2014

taglia forte? e che problema c'e'!!!





Spesso sento le mie amiche lamentarsi, perche' oggi come oggi andando nei negozi e' difficile per chi non e' una tg.40 trovare qualcosa che ci stia bene.



E questo devo ammettere che l'ho riscontrato pure io che porto comunque una taglia piccola che ultimamente certi brand tendono a fare le taglie sempre piu' slim con delle linee cosi' asciutte che anche le magre si sentono a disagio figurarsi chi ha qualche kg in piu'.



E cosi' ho pensato di guardarmi in giro, soprattutto online..e ho trovato delle bellissime linee per taglie comode ma anche piu' abbondanti, diciamo extra per sentirsi belle e a proprio agio anche se con qualche kg in piu'.



In primis la nuova linea di Mango :"VIOLETA" http://shop.mango.com/IT/violeta meraviglioso ci sono dei capi veramente portabilissimi e per tutte le taglie, credo siano stati strepitosi a loro tanti complimenti.

http://ak.p2.mango.com/mangoapp/images/CATVIOLETA022014/catalogo_violeta_01_2014_03.jpg


http://ak.p2.mango.com/mangoapp/images/CATVIOLETA022014/catalogo_violeta_01_2014_06.jpg


Un altro ottimo esempio e' Persona la linea che Max Mara dedica alle taglie comode, una collezione caratterizzata da un mood giovane e di tendenza attento a quello che detta il momento e ai trend che  la moda propone in ogni fase dell'anno.

http://www.personamr.com/it/pagina-iniziale


http://www.personamr.com/media/13915341296534841.jpg



Altro Brand economico che propone una linea per taglie morbide e' Hm con la sua H&M Plus, ovviamente tra tutte questa e' la linea piu' giovanile e grintosa e questo a prescindere dalla taglia. La linea Plus è dedicata alle taglie comode. Queste collezioni H&M Plus si possono trovare sia  negli store che sul sito ufficiale.

http://www.hm.com/it/subdepartment/LADIES?Nr=4294928376

http://lp.hm.com/hmprod?set=key[source],value[/environment/2014/2FV_0349_021R.jpg]&set=key[rotate],value[-0.2]&set=key[width],value[3649]&set=key[height],value[4267]&set=key[x],value[769]&set=key[y],value[259]&set=key[type],value[FASHION_FRONT]&hmver=1&call=url[file:/product/large]




Altro Brand e' Fiorella Rubino  un brand fashion curvy specializzato in taglie comode e dedicato alle donne che amano valorizzare la propria personalità e vogliono essere sempre aggiornate sui trend del momento.
La missione del brand è valorizzare le forme, mettendo in risalto il lato femminile di ogni donna.

http://www.fiorellarubino.com/it/shoponline

 
http://www.fiorellarubino.com/library/20121/main.jpg



In tutto questo non dobbiamo dimenticare la capostipite di tutti i marchi: Elena Mirò uno dei marchi di abbigliamento storici della Miroglio Fashion. Diventanto per tutte le donne in carne un simbolo e una certezza inoltre non dimentichiamo che Elena Mirò è l'unico marchio di abbigliamento femminile per taglie morbide che sfila a Milano Moda Donna.

http://www.elenamiro.it/it/images/anteprima-PE2014/01.jpg



Queste sono solo alcune idee per tutte quelle che quando parlo di moda..mi dicono sii mai io non posso mettere quelle cose non trovo la taglia..non mi stanno bene..lo stare bene e' una questione mentale non conta la moda..non conta la taglia.

VERSIONE PDF

giovedì 27 febbraio 2014

La ricetta di Ele


Anche queste settimana una ricetta light ma molto gustosa e facile da preparare.
Lunedì ho acquistato per la gioia del marito delle fettine di lonza di maiale, ma non avevo idee per farla in versione light.

mercoledì 26 febbraio 2014

WILL & JADEN SMITH

tra i miei attori preferiti c'è lui
bellissimo... più invecchia e più diventa BONO,come il vino (anzi meglio del vino visto che io non lo bevo!!!)
e vedo che la sua rara bellezza ha trovato degno erede nel figlio Jaden,la sua fotocopia sputata a mio avviso!

ve lo ricordate in "La ricercadella felicità"?? un batuffolino con un cespuglio di capelli...

di sicuro l'avete visto tutte questo film...e avete pianto tutte!!!  un film bellissimo e profondissimo...se ci penso mi viene la pelle d'oca...uno di quei film che se lo danno 3 volte l'anno io lo guardo tutte e 3 le volte!!!

bon,tornando all'erede di Will, l'ho ritrovato cresciuto e sempre bello in "after heart" film di fantascienza
io personalmente non amo la fantascienza,perchè se non è fatta bene diventa una farsa e basta...ma quando gli effetti speciali sono buoni e la storia bella (vi ricordo Avatar) allora non mi dispiace guardarli
comunque jaden è sempre più bravo,come il padre ..e come il padre ha proprio le sue stesse espressioni
in un paio di inquadrature dovevo proprio concentrarmi per non confondere persona (vabbè son anche cieca lo so ;) )
eccolo qui, questa foto è proprio divertente ;)


qui vi autorizzo a sbavare un po' sulla tastiera del pc ;) (e buona visione del film !!!)


Mille anni dopo che la Terra è stata devastata da innumerevoli cataclismi e che l'umanità ha dovuto abbandonare il pianeta, Nova Prime è diventata la nuova patria del genere umano. Dopo essere stato lontano dalla sua famiglia per molto tempo, a causa di una lunga missione, il generale Cypher Raige è finalmente pronto a far da genitore al figlio tredicenne Kitai.
Partono insieme per l'ultima missione del padre. Durante il viaggio un asteroide danneggia gravemente l'astronave su cui si trovano Cypher e Kitai, e precipitano sul pianeta Terra rimanendo gli unici due sopravvissuti tra i passeggeri. Mentre suo padre giace tra la vita e la morte all'interno della navicella, il giovane Kitai dovrà attraversare il territorio minaccioso e sconosciuto del pianeta per recuperare il loro dispositivo di segnalazione d'emergenza.













VERSIONE PDF

martedì 25 febbraio 2014

LE NOCI LAVATUTTO


SI CHIAMANO NOCILAVATUTTO, OPPURE NOCI DEL SAPONE O LAVANOCI

La prima volta che le ho comprate ero diventata mamma da poco tempo e cercavo un detersivo delicato ipoallergenico per le tutine di Sofia. Le avevo trovate su uno scaffale del negozio BIO dove solitamente mi rifornisco di prodotti biologici che non si trovano nei supermercati. Mi avevano subito incuriosito. Le ho provate e ora vi racconto di cosa si tratta.

lunedì 24 febbraio 2014

regali inaspettati


Al compleanno della principessa è arrivato un regalo inaspettato...
La zia le ha regalato un'astronave!!!!! di cartone...
si monta (nella confezione dicono che si può anche smontare, ma vorrei vedere loro eh!!!!), si personalizza e poi ci si può entrare.

domenica 23 febbraio 2014

Televisione televisione tu che ci accompagni a cena a merenda e a colazione

Televisione, televisione tu che ci accompagni a cena, a merenda e a colazione…queste le parole di una canzone di qualche anno fa di Lorenzo Jovanotti…quanto é presente la televisione nelle nostre vite? E in quelle dei nostri figli?
Sarà giusto o sbagliato permettere ai piccoli di appassionarsi alla tv?
Naturalmente parliamo di programmi televisivi alla loro portata, naturalmente parliamo di una televisione non baby sitter…naturalmente parliamo delle nostre esperienze e dei nostri figli.

sabato 22 febbraio 2014

Prendersi cura di sé, attraverso il movimento


Oggi lascio che sia la mia Amica Gloria a raccontarsi, che gentilmente ha scritto questo articolo per me e per voi.
Io l'ho letto avidamente, perché sapevo che solo lei sarebbe riuscita a trascrivere quello che penso e che vorrei leggeste. 
Sono sicura che Gloria lascerà un segno e ci farà riflettere...

Quando Ramona mi ha chiesto di scrivere un pezzo sulla motivazione al movimento sono rimasta un po' perplessa: chi io? 
Non  sono  propriamente  una  sportiva,  non  amo  la  competizione  e  tanto  meno l'agonismo, faccio la solita vita lavoro-famiglia-figlia complessa e compressa di quasi tutti...però in effetti, ripensandoci..sono quasi due anni che corro. 

venerdì 21 febbraio 2014

La festa dei limoni e le offerte per il mese di marzo

Carissime amiche,
eccoci pronte con qualche dritta utile per viaggiare nel mese di marzo, con un occhio di riguardo al portafoglio!


Prima di partire con le promozioni scovate in rete apposta per voi, vi voglio segnalare il Contest Last Minute per la Festa dei Limoni di Mentone, lanciato da Valentina Cappio, autrice del blog The Family Company. 

giovedì 20 febbraio 2014

La ricetta di Fra



Oggi per voi una delle varianti di un grande classico, la torta di mele.


mercoledì 19 febbraio 2014

Hotel transylvania


Oggi vi propongo un altro cartoon che va  bene per tutti,sia grandi che piccini
E che nasconde anch'esso secondo me un significato profondo.
Quante volte abbiamo pensato "no mio figlio è troppo piccolo per andare a scuola/per andare in gita da solo/per partire in vacanza coi nonni" ecc. ecc.?
Tante vero?
Io personalmente sono una mamma poco ansiosa e tendo a far fare ai bimbi quante più esperienze per staccarsi dal nido, sono per l indipendenza dell individio.
Il film racconta appunto di un papà (anomalo visto che si tratta di Dracula) amorevole e a tratti possessivo che cerca di tenere sua figlia (Mavis) in una campana di vetro
Ma si sa che i figli prima o poi spiccheranno il volo,metafora proprio azzeccata per una piccola pippistrella!
Guardatelo perchè merita... è un film romantico nonostante parli di mostri!












VERSIONE PDF

martedì 18 febbraio 2014

LISCIVA FAI DA TE???


AHI AHI AHI AHI AHI....

La prima volta che ho sentito parlare di lisciva tra le amiche di un gruppo di Facebook, ho pensato subito alla mia nonnetta Rosa. Si perché lei racconta sempre che a casa sua si usava al posto del sapone. Si usava per il bucato, per pulire i pavimenti, per i piatti e per tutte le superfici lavabili.
Avevi quella ed eri a posto!
Ma la cosa interessante è che la lisciva, non la compravi in bottega né al mercato, la lisciva te la facevi da sola, con la cenere del camino o della stufa a legna.
Così riportando alle mente questi ricordi, ho cercato su internet il metodo più semplice per prepararla in casa.
Intanto bisogna procurarsi:
cenere di legna
acqua
1 cucchiaio di legno
1 pentola che userete solo per questo tipo di preparazioni (preferibilmente non di alluminio)
guanti
un colino a trama sottile
garza

lunedì 17 febbraio 2014

che rabbia


Partiamo da un dato di fatto: i bimbi non riescono a capire e ad esternare le emozioni.
Quando chiedi ad un bambino di 3-4-5 anni come sta, lui ti risponderà: bene oppure ti dirà che gli fa male da qualche parte, ma non ti dirà mai, per esempio, che è triste, oppure deluso, oppure arrabbiato.
Tutto questo perché sono ancora emotivamente immaturi, eppure quando si arrabbiano sono bravissimi ad urlare e a lanciare in giro cose. Per questo motivo vi consiglio questo libro:


domenica 16 febbraio 2014

Allattare in pubblico…gesto immorale?

Fin da quando ho scoperto di aspettare un bambino mi sono sentita determinata sulla questione allattamento, avrei fatto di tutto per allattare mia figlia al seno e sono stata esaudita, lei ha imparato subito a ciucciare, in un certo senso mi ha insegnato lei ad essere una "mamma-mucca", l'allattamento è stato (ed è tutt'ora) quel bel momento di coccola e nutrimento che avevo immaginato fin dal principio.
Scegliendo di allattare mia figlia al seno ho scelto quasi di conseguenza di allattarla a richiesta, questo ha significato allattarla in ogni momento e in ogni dove…complice la fascia mi sono ritrovata ad allattarla al supermercato mentre pesavo la frutta e sceglievo carne e contorni…nessuno ha fatto caso alla cucciola che voracemente consumava il suo pasto, così come in un pub affollato in attesa dei nostri panini la cucciola ha consumato il suo pasto…allattare in pubblico va bene (d'altronde per me "allattamento" è sinonimo di "a richiesta") e se lo si fa con discrezione è meglio.

sabato 15 febbraio 2014

Ehy, ma conoscete le Runningformommies?


Non ricordo esattamente quando sono entrata nel meraviglioso mondo Twitter. 
Ma ricordo in modo indelebile la prima volta che ho letto alcuni cinguettii con l'hastag #runningformommies.
E' successo proprio quella sera che avevo ripreso a correre, dopo 18 anni circa, e avevo fatto una fatica pazzesca per soli 20 lentissimi minuti in pista.
Mi sono incuriosita e ho scoperto che dietro a questo hastag c'erano due persone speciali: Silvia e Simona, due donne, mogli, mamme, blogger e con una passione fortissima per la corsa.
Le ho seguite assiduamente, tanto che con il tempo è stato creato un gruppo su Facebook, un account su Twitter, e in men-che-non-si-dica noi runningformommies siamo passate da 200 a più di 580 mamme, da tutta Italia (*), che corrono non solo dietro ai figli!

venerdì 14 febbraio 2014

Un ospite speciale








Oggi ho deciso di intervistare Eleonora una mia amica che lavora da anni in negozi di abbigliamento, che per anni mi ha consigliato soprattutto in tempo di saldi cosa prendere e cosa no nel negozio dove lavorava,( ora purtroppo ha varcato i confini lavora nella vicina Svizzera e quindi non posso più acquistare da lei),che ha seguito corsi e stage e che sa soprattutto sempre in anteprima le tendenze per le stagioni a venire.

giovedì 13 febbraio 2014

Le ricette di Ele



Questa settimana rubrica dedicata a chi inizia a sentire l'esigenza e la voglia di disintossicarsi dai bagordi invernali.
Complici anche le vetrine con le nuove collezioni primaverili, abbiamo iniziato a sentire quella vocina interiore

mercoledì 12 febbraio 2014

PAZZE DI ME



questo periodo è un po' pesantuccio per me...quindi sto guardando poca tv,e sopratutto nulla di impegnativo

quindi anche questa settimana vi propongo un altra commedia...ma che secondo me alla fine vi fa sempre riflettere,sorridere,inca**are pensando a voi e alle vostre vicissitudini! no?

oggi vi parlo di Pazze di me,film di Fausto Brizzi con protagonista il famoso Mandelli dei soliti idioti (ma quanto è brutto???) , storia di una famiglia mooolto ingombrante,e se la famiglia è fatta di sole donne secondo me è pure peggio!!!
tanto ingombrante questo parentado da portare il protagonista a mentire alla sua nuova fiamma,a dirle di essere orfano,bugia ovviamente che verrà presto scoperta,e famiglia (sorelle mamma e nonna,e per giunta pure la badante della nonna) che si intromette inevitabilmente nella vita del povero Andrea!

e voi... che famiglia avete? parentado tranquillo o riuscite voi a tenerlo a bada? oppure siete già scoppiate e avete diseredato il sangue del vostro sangue!?! ;)
buona visione!

PS (io adoro Loretta Goggi!!!)












VERSIONE PDF

martedì 11 febbraio 2014

ci siamo anche noi!!!! #mammeasanremo

partecipiamo anche noi!!!!
twitteremo con i vari nick di chi scrive le rubriche
ma siamo pronte!!!!!
#mammeasanremo
STATE PRONTE!!!!!

OGGI PULIAMO L'AUTOMOBILE


MAGARI PROPRIO OGGI CHE DILUVIA, NO! MA DOMANI, CHISSA'...
Non so voi, ma un tempo per me la macchina (la Caterina) era sacra.
Niente carte per terra, tanto meno nelle tasche porta-oggetti degli sportelli.
Niente briciole.
Niente bottigliette di acqua o liquidi di alcun genere.
Bagagliaio vuoto.
Tappa fissa all'autolavaggio almeno ogni 15 gg.
Tappezzeria pulita e profumata.
Zero giocattoli sui tappetini.
Deodorante sempre profumato e comunque mai più vecchio di qualche mese.
Insomma, una macchina seria, ovvero un bijoux.

lunedì 10 febbraio 2014

la rubrica del lunedì cambia volto


come avevo già anticipato nei precedenti post, i miei figli NON hanno più voglia di pasticciare e di fare lavoretti o qualsiasi altra cosa, quindi li assecondo....

domenica 9 febbraio 2014

Adozione…una famiglia intorno a un cuore

Non conto ormai più le volte in cui ho sentito la rassegnata frase: "Noi pensiamo spesso all'adozione, ma a frenarci è l'iter burocratico". Personalmente trovo l'adozione un atto meraviglioso, una grande prova d'amore. All'età di 20 anni con il gruppo di amici che frequentavo in quel periodo, siamo andati un giorno in una casa famiglia che ospitava le prostitute incinte e che garantiva vitto e alloggio ai loro figli. In quell'occasione ho conosciuto Emanuela, una bimba meravigliosa (ormai donna), tra noi è stato amore al primo sguardo, durante la mia permanenza in quella casa famiglia io e la piccola non ci siamo mai separate…la sera stessa sono tornata a casa e ho messo tutti i miei peluche (e vi assicuro che erano tanti) in un sacco e il week end successivo con lo stesso gruppo lo abbiamo portato alla casa famiglia con altri beni di prima necessità e con abitini raccolti tra i nostri conoscenti. Avevo 20 anni ed io Emanuela la volevo adottare.
Ancora oggi la foto di Emanuela è in una cornice nella mia camera a casa dei miei, mi sono soffermata a guardarla proprio di recente, ora che ho una figlia e ho sperato e pregato che a Emanuela non fosse toccata la stessa vita della mamma.

sabato 8 febbraio 2014

Il segreto dello Zumba...


Oggi vorrei presentarvi una disciplina che sta spopolando tra molte mie amiche e conoscenti, ed io ho la fortuna di conoscere una persona che, tra le mille cose che fa, insegna questa attività...
Quindi, con molto piacere (ed orgoglio!!) vi presento Giordana, istruttrice qualificata Zumba, inserita nel circuito ZIN (Zumba Instructor Network) ed Insegnante di discipline del fitness, che oggi ospito qui e che mi ha scritto questa bellissima presentazione dello ZUMBA!

venerdì 7 febbraio 2014

La posizione più difficile in assoluto: Savasana o la posizione del cadavere.

Fare il cadavere è una cosa seria. Non è che si può morire così a cavolo, ci vuole un certo stile, una certa eleganza. Modestamente esteticamente mi viene abbastanza bene: come simulo morte apparente io, manco Carla Fracci nella Morte del Cigno, manco il Cristo Morto del Mantegna, manco l'opossum della Virginia o il rospo aficano in piena tanatosi…
Dunque cominciamo. Innanzitutto per una buona morte è necessario sistemarsi bene: stese supine, braccia leggermente scostate dal tronco, palmi rivolti verso l'alto, gambe leggermente divaricate. Meglio ancora se avete un cuscino a cilindro da apporre fra l'incavo delle ginocchia e il pavimento. E capirai. Che ci sarà di così difficile? direte voi. È qui che viene il bello, care le mie donne/mamme e in quanto tali dotate di sensi di ragno nonché di numerosi neuroni dediti alle più svariate occupazioni contemporaneamente. Dovete essere COMPLETAMENTE RILASSATE E CON LA MENTE SGOMBRA. Si, avete capito bene: corpo rilassato e mente sgombra. Non un muscolo in tensione. Non un pensiero nella testa. Iniziate a rilassare il corpo, muscolo per muscolo, partendo dai piedi, che lascerete cadere verso l'esterno, salendo alle gambe, che sentirete molli e pesanti (ecco, questo mi viene benissimo... sentirmi molle e pesate), all'addome e ai lombari che si rilassano facendo cadere il bacino verso terra, al petto e alle braccia che si distendono, le mani che non saranno né aperte ne chiuse, rilassate il collo e i dorsali, lasciate cadere la lingua sul retro del palato, distendete tutti i muscoli della faccia... ho detto tutti! Via quell'espressione arcigna alla Rottermeier che impiega tutti i muscoli della faccia vi fa pure venire le ruchette attorno alla bocca e fra le sopracciglia. Ruotate gli occhi e lasciali cadere all'interno della scatola cranica (qualunque cosa voglia dire). La respirazione si fa lenta ed addominale. Ci siete riuscite? Bene, ora viene il peggio. Sgomberate la mente. Non pensate alla lavatrice da fare, alla bici chissà se l'ho legata bene, a mannaggia oggi il duenne è andato al babyparking senza i calzini antiscivolo gli verrà mica il raffreddore, e oh! Come sarebbe bello rinascere lontra nella prossima vita, tic tac tic tac tic tac… dove cavolo è questo orologio che fa tutto sto casino (stanza di fianco, anzi, probabilmente nella casa di fianco, ma voi avete i sensi di ragno, ricordate? siete abituate a percepire e interpretare persino i diversi tipi di silenzio dei vostri figli)... quanto sarà passato da quando ho iniziato savasana? 5 minuti? 10? (UN minuto, ndr), cos'è questo profumo? Buono! Certo che la tipa coi calzini bucati, però dai… tic tac tic tac… uh mannaggia devo assolutamente ricordarmi di andare a ritirare la raccomandata in posta... tic tac tic tac tic tac… "E ora uscite dalla posizione".
Oooh! Era ora che c'ho mille cose da fare. Ciao ciao, scappo, ciao!

Tips & Tricks. 1) Per favorire il rilassamento fisico, è utile mettere dei pesi su cosce e addome o inguine. Soprattutto il peso sull'addome/inguine può risultare estremamente piacevole perchè fa ruotare le teste dei femori nella giusta posizione. E con “peso” intendo un libro tipo “Cosa aspettarsi il primo anno”, 767 pagine, 1.1 kg, non una porzione di cinghiale in salmì con polenta. 2) Copritevi con una copertina oppure vestitevi bene, calzini compresi: tipicamente questa posizione fa percepire una forte sensazione di freddo. 3) Per raggiungere la posizione perfetta la scuola Iyengar suggerisce di usare tutta una serie di supporti e cuscini da sistemare in questo modo:



4) Prima di uscire dalla posizione ritagliatevi altri due o tre minuti per voi stesse girandovi sul fianco destro, ginocchia leggermente flesse, braccio destro ripiegato sotto la testa e sinistro che si appoggia sul pavimento davanti al seno per sostenervi. Alzandovi da questa posizione non forzerete in nessun modo addominali e lombari. 5) Ma l'ultimo vero trick è... essere maschi. Io non ho mai visto in circa 5-6 anni nessuna donna rilassarsi talmente bene da russare. Mentre in ogni corso misto sta sicura che almeno un mononeurone russante in savasana lo becchi. Viva il mononeurone!

La spiegazione SERIA ed approfondita del savasana la potete trovare qui (mi raccomando fate particolare attenzione ai canali interni delle orecchie eh :-) ). Il fatto che sia così dettagliata e lunga dice molto sulla difficoltà della posizione. Con il giusto allenamento fisico e la giusta preparazione atletica sono convinta che qualunque posizione possa essere raggiunta prima o poi: l'elegante Pincha Mayurasana che ti solleva da terra con l'armonia e la leggerezza della piuma di un pavone, l'Eka Pada Rajakapotasana che al bisogno permette di grattarti la testa com l'alluce del piede... ma il totale rilassamento del corpo e svuotamento della mente... bhe, quello si che è roba da yogi veri!

Namastè!


P.S. Considerazione finale. Il pensiero minchia quanto non ti sopporto rivolto alla vostra vicina di tappetino nonché secchiona della classe, non è da considerarsi propriamente logico e molto probabilmente non vi farà reincarnare in una lontra marina nella prossima vita come tanto agognate ma in un platelminta.


VERSIONE PDF

giovedì 6 febbraio 2014

La ricetta di Fra



Oggi vi presento una torta davvero famosa.. la torta "Sette Vasetti".. ma in versione salata.

martedì 4 febbraio 2014

Monsters & co.

A volte mysky non mi appare così bello come lo descrivo di solito
A volte mysky è un'arma a doppio taglio
A volte mysky ti manda in manicomio
Quando?
Quando tuo figlio annoiatissimo perchè non gli permetti di friggersi il cervello con nintendo e tablet vari ti chiede di guardare un cartone...ma non uno qualsiasi... QUEL cartone!
E tu allettata dall'oretta di simil pace che potresti avere cedi... e via per l'ennesima volta che si guarda "Monsters & co."
Vi devo raccontare la trama???
No son sicura che la conoscete...che sapete benissimo che i mostri usavano le urla dei bimbi per produrre energia per la loro città... che erano convinti che gli umani fossero tossici e pericolosissimi e che è bastata una bimba paffuttella soprannominata Buh a sconvolgere la routin giornaliera di quella fabbrica di urla!
Ormai so a memoria le battute... facciamo un giochino???
Chi dice " bimbi belli,bimbi brutti, bimbi che fanno i rutti" ???
Ora se non l avete visto siete costrette per la curiosità! Ahahahah

VERSIONE PDF

UNA PASSATA ALLA DOCCIA E POI AL FORNO


...QUALCHE RIMEDIO PRATICO, PER UNA PULIZIA PROFONDA E SENZA L'USO DI PRODOTTI CHIMICI.

Quando vado a fare la spesa, mi capita spesso di soffermarmi a lungo nella corsia dei detersivi per la casa.
Ormai li fanno per ogni uso, di mille profumi diversi, colori, marche, prezzi, bio, eco. Con lo spruzzino, senza, in gel, liquidi, in polvere. Formato famiglia, formato single. Insomma, mi perdo tra quei flaconi colorati come un bambino davanti alle caramelle. Li porterei tutti a casa, per provarli. Li vorrei tutti sullo scaffale del mio lavatoio. Vorrei poter scrivere un libro con la recensione di ognuno: invece del Gambero Rosso, il Flacone Verde! Una stellina scintillante per ogni qualità.
Vabbè ma non c'è da preoccuparsi, la fantasia fa presto a passare. Infatti al primo slancio di acquisto, subito scatta in me il buon senso della casalinga risparmiatrice e rispettosa dell'ambiente: "che te ne fai di questo? puoi lucidare il tuo lavello con l'aceto!" "e di questo poi?? meglio il bicarbonato!" "no dai, mica vorrai comprare questo? inquina, è caro e rischi di intossicarti!"
Insomma tutto questo per dirvi che le tentazioni di quella corsia sono tante, ma per me che sono una NonnaPapera attenta è abbastanza raro cadere in tentazione.

lunedì 3 febbraio 2014

un'inaspettata giornata sulla neve

sottotitolo: come arrangiarsi con quello che si ha
ieri mattina siamo andati a fare un giro in macchina nei colli vicino a casa... la neve sembrava essere sempre più vicina e ci siamo lasciati tentare...
man mano che ci avvicinavamo alla neve pensavo "oddio non sono pronta, i bimbi si bagneranno-ammaleranno, non abbiamo nulla per farli giocare"... poi la neve l'abbiamo trovata sul serio e ci siamo lasciati andare all'istinto.
C'è chi si è improvvisato esploratore, usando come bastone le bolle di sapone
chi invece ha preferito "tastare il terreno"
 (gli scarponcini e i dopo sci fanno parte del corredo invernale che ho sempre in macchina)
A questo punto non si poteva non fare almeno un tentativo di discesa e ci siamo inventati il nostro slittino personalizzato (con la borsa per i surgelati della spesa)

ed ora viene il bello... come si torna a casa senza prendere una bronco-polmonite? intanto i bimbi vanno spogliati di tutti gli indumenti bagnati. A Martina è andata bene, tolti i pantaloni era a posto... con Giovanni la cosa si è fatta leggermente più complicata... aveva persino le mutande bagnate. Quindi via tutto... ma non lo potevo lasciare nudo giusto? la dotazione dei cambi della macchina offriva solo una maglia, ma non ci siamo scoraggiati ed abbiamo fatto buon viso a cattiva sorte... questi sono i risultati...


noi ci siamo molto divertiti ma... domenica prossima partiamo attrezzati!!!!
Buon inizio di settimana
Lara

VERSIONE PDF



domenica 2 febbraio 2014

Amniocentesi si o no ?

L'amniocentesi è sempre un argomento spinoso così come la scelta se farla o meno resta sempre una decisione difficile da prendere.
L'amniocentesi è un esame, non invasivo, diagnostico che si effettua tra la 15a e la 18a settimana di gravidanza con lo scopo di individuare la presenza di anomalie cromosomiche. L'esame consiste nel prelevare del liquido amniotico attraverso un ago.
Esso non è un esame obbligatorio, neanche superati i 35 anni di età, piuttosto può essere consigliata ma mai obbligata.

sabato 1 febbraio 2014

Circuito fitness per riprendere il ritmo...


Dopo un periodo di grande abbuffate come sono state le feste di Natale è bene tornare alla normalità seguendo per qualche giorno una dieta depurativa.
Oggi vi posto qualche consiglio su come riprendere l’attività sportiva con un allenamento con un circuito che si può eseguire sia in palestra che in casa. [Fonte: www.intothefitness.com]

Post più recenti Post più vecchi Home page

Potrebbe interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...