grazie a SOGNI SU CARTA per l'immagine
Il blog è aperto a tutti, scrivete anche voi la vostra storia!!!

basta inviare una mail a [email protected]
oppure compilare il modulo di contatto per poter diventare autori

gruppo FB!!!!!!!!!!

a disposizione il gruppo FACEBOOK per consigli sui temi da trattare nelle rubriche e per condividere esperienze chiedete di essere aggiunte!!!! https://www.facebook.com/groups/783651041653544/

lunedì 23 dicembre 2013

parenti serpenti

è quasi Natale... siamo tutti più buoni....
MA QUANDO MAI?!?!?!??!?!
in questo periodo dell'anno incontriamo "volente o nolente" più spesso i parenti perciò... abbiamo deciso di lanciare una piccola gara per i peggiori parenti IN MANIERA COMPLETAMENTE ANONIMA
le categorie saranno:
1) il/la peggior suocero/a
2) il/la peggior fratello/sorella
3) il/la peggior cognato/a
per partecipare dovete inviare una mail a [email protected] con indicato a che categoria partecipate (anche tutte, o una sola) e raccontando un singolo episodio per ogni categoria. Io farò un post per ogni categoria e aprirò le votazioni....
peggio per voi se vincete... vorrà dire che avrete i peggio parenti della blogosfera ihihihihihihi
Raccogliamo le vostre "testimonianze" fino al giorno 05-01-2014... nel giorno della BEFANA pubblicherò i post e aprirò le votazioni. Che ne dite? Vi va di partecipare?
(se volete potete mettere il banner nel vostro blog, tanto non sarete nominati)

AGGIORNAMENTO DEL 26-12-2013
la mail [email protected] non funziona. Per cortesia mandate le mail a [email protected]

le rubriche vanno in vacanza

le rubriche chiudono per il periodo delle feste... torneranno on line martedì 7 gennaio con MammaSerena
Auguriamo a tutti voi un buon Natale di serenità ed un nuovo anno di prosperità
(... e speriamo sia femmina ;) )

Durante il periodo di chiusura delle rubriche saremo lo stesso operative con una piccola gara della quale vi parlerò più avanti.

Buone vacanze
LM con l'aiuto di CartaCanta e red e lady.loola
MammaSerena
milkandcoffe
Marlene e GialloComeLuce
ilaria alamprese e Samantha Ida Waters e Alessandra Granata
Ramona
Liu_Jo

domenica 22 dicembre 2013

Fate la nanna coscine di pollo

Spesso i discorsi dei genitori vertono sul sonno dei propri bambini. Molti parlano di notti in bianco, di continui risvegli e di difficoltà di abbandonarsi tra le braccia di Morfeo ma per fortuna c'è anche una parte di genitori che non conosce cosa voglia dire avere carenza di sonno.
Sicuramente, a far notizia sono maggiormente quei bambini che non hanno ancora imparato a dormire, anche perché quello che appare a noi genitori come una condanna è in realtà un evento assolutamente normale nei bambini fino ai 3 anni d'età.
Ciò che è certo è che per i nostri figli il momento dell'addormentamento rappresenta una fase delicata, esso costituisce una separazione dai genitori e dalla giornata appena vissuta in oltre i bambini nei primi 3 anni di vita, attraversano ogni ora una fase di vulnerabilità in cui possono risvegliarsi con maggiore facilità, perché ancora non sanno bloccare e tenere lontani gli stimoli esterni che favoriscono il risveglio.

sabato 21 dicembre 2013

Il tempo per noi stesse


Care Amiche,
per prima cosa, vorrei ringraziarvi per avermi letta e seguita fin qui.
Questa rubrica è nata come un'avventura e una sfida per me, con tante insicurezze ed ansia da programmazione. Però lo devo ammettere: mi piace e ci sto prendendo gusto.
Oggi vorrei solo fare una piccola riflessione, legata al tempo che dedichiamo a noi stesse (aridajeeee!!).

venerdì 20 dicembre 2013

Idee last second per un Capodanno a zonzo



Manca davvero pochissimo e poi sarà FESTA! I vostri bimbi, ma probabilmente voi per prime dalle scrivanie dell'ufficio, starete facendo il countdown per il trillo della campanella che segna il tanto sospirato inizio della vacanze di Natale. Ma prima ancora di pensare al famoso proverbio che invita alla "Pasqua con chi vuoi"- compiuti i doveri familiari di rito - avrete carta bianca per partire per il Capodanno. Vischio, bollicine e tante risate sono gli ingredienti magici per accogliere al meglio il nuovo che arriva. Vale per tutte: giovani mogliettine in cerca di coccole, pance provate dall'autunno lavorativo e chiassose famiglie sulle tracce di nuove avventure!

Indossate gli slip rossi della tradizione, preparate un mini trolley e insieme al marito, compagno e figli, acchiappate al volo una di queste idee "last minute", scovata in rete apposta per voi!

giovedì 19 dicembre 2013

Le ricette di Ele e Fra



Oh, oh, oh!!

Scommetto che avete già capito il tema di oggi..ebbene sì, Natale!

E lo sappiamo che manca una settimana, ma diciamocelo.. chi di voi organizzatrici di cenoni non ha mai pensato " e questa volta che mi invento?"

E noi siamo qua per questo. Vi proporremo una scelta di antipasti e dolci: i primi e i secondi li lasciamo alla tradizione delle vostre famiglie.

mercoledì 18 dicembre 2013

NEW GIRL



questa volta vi suggerisco una serie per passare un po' di tempo in completo relax e divertirvi un po'.
è la bizzarra storia di una bizzarra ragazza,Jess, che si trova la vita sconvolta dal suo fidanzato trovato a tradirla nella casa dove convivono.
e allora via con la ricerca di un posto dove stare e si imbatte in tre divertenti ma strani (almeno quanto lei) ragazzi che la aiutano a riprendersi da questo brutto momento che sta attraversando la sua vita!

certi siparietti sfiorano l'assurdo ma è proprio questo che rende divertente la serie!

siamo già alla terza stagione uscita negli stati uniti,e io attendo con ansia l'uscita in italia che sarà a breve su fox,sempre canale sky

anche per questa serie,un po' come vi parlai delle gilmore girls, mi diverte sempre rivedere ogni tanto episodi in replica.... storie spensierate ma che comunque ti lasciano un po' col fiato sospeso a pensare,chissà cosa combineranno nel prossimo episodio!
utile anche per disintossicarsi dalle serie più impegnate e truculente come CSI o the walking dead,un po' come faccio coi libri.. dopo due o tre cornwell leggevo sempre un kinsella per liberare la mente dalle cose brutte della vita!

buona visione!













PDF PER LA STAMPA

martedì 17 dicembre 2013

COME TI SMACCHIO LA MACCHIA, DALLA A ALLA ZETA (parte seconda)

.





TORNANO LE MACCHIE E I CONSIGLI PER ELIMINARLE

La scorsa settimana avevo iniziato a parlarvi di macchie e rimedi, ed eravamo rimasti a quelle che iniziano con la lettera E.
Riprendiamo con l'elenco a passiamo alla lettera successiva.
- FANGO: ammoniaca, sapone di Marsiglia
Se si tratta di cotone lasciare asciugare la macchia, spazzolarla per togliere eventuali residui e poi tamponare con un panno imbevuto di una soluzione di 1 litro di acqua con un cucchiaio di ammoniaca. Per gli altri tessuti usare acqua fredda e sapone di Marsiglia.
- FRUTTA: ghiaccio, ammoniaca, acqua ossigenata, sale
Se possibile strofinare subito la macchia con un cubetto di ghiaccio. Successivamente tamponare il tessuto con acqua (1 bicchiere), acqua ossigenata (1/2 bicchiere) ed ammoniaca (1/2 cucchiaino). Lasciare in ammollo in acqua salata per tutta una notte.  
- GELATO: sapone di Marsiglia, sale
Preparare una soluzione di acqua fredda molto salata e sapone di Marsiglia. Tamponare la macchia e se necessario lasciare qualche ora in ammollo. Nel caso di macchie ostinate tamponare con una soluzione di acqua (1 cucchiaio) alcool (1 cucchiaio) ed ammoniaca (1/2 cucchiaino).

lunedì 16 dicembre 2013

Decorazioni per l'albero in pasta di sale


Abbiamo ancora qualche rametto vuoto sul nostro albero di Natale, vero? Abbiamo anche molta voglia di pasticciare con i nostri bambini?

Prepariamo un panetto di pasta di sale e mettiamoci al lavoro.

domenica 15 dicembre 2013

Babbo Natale esiste?

Un vecchietto panciuto e canuto...lavora instancabilmente aiutato dai suoi elfi, dà da mangiare alle sue renne ed impacchetta ogni tipo di regalo...solo dopo aver letto attentamente le letterine dei nostri bambini e aver fatto avverare ogni loro desiderio.
Ricordo con nostalgia quando la vigilia di Natale mi mettevo a letto sperando di avvertire nella notte un rumore che mi avrebbe confermato che quel vecchietto vestito di rosso era passato da casa nostra e depositato un po' di regali, per me e le mie sorelle...
Non ricordo quando si è rotto l'incanto e ho scoperto che a comprare i regali e ad impacchettarli non era Babbo Natale ma i miei genitori, ma ricordo perfettamente la confessione da parte delle mie sorelle più grandi...
Ancora non so come mi comporterò con la mia bambina quando sarà in grado di vivere a pieno l'atmosfera del Natale, per chiarirmi un po' le idee ho invitato sul mio tatami Serena, mamma di Sofia 5 anni e mezzo e di Pietro 26 mesi e Jessica mamma di Gabriele 3 anni.

sabato 14 dicembre 2013

Camminare un'ora al giorno fa bene!


L'altra mattina mi sono imbattuta in questo articolo in cui i Ricercatori della American Cancer Society (ACS) hanno analizzato i dati di 73.615 donne tra i 50 e i 74 anni, e di queste circa il 47% non ha sviluppato alcuna forma tumorale e ha ammesso di camminare molto durante la giornata, con una media di circa 3,5 ore di moto a passo moderato ogni settimana.
Quindi, camminare e fare moto sono fattori che possono ridurre il tumore al seno?

venerdì 13 dicembre 2013

UN SABATO ALL'OUTLET


Parlando di shopping non si puo' non parlare di outlet...ebbene in particolare questa settimana voglio parlarvi del FRANCIACORTA OUTLET VILLAGE..che si trova a Rodengo Saiano Brescia..

http://www.franciacortaoutlet.it/website/web/app.php/it/home

giovedì 12 dicembre 2013

La ricetta di Ele


 GLI YO-YO FARCITI

Questa è una signora colazione o merenda. Leggera, gustosa e divertente. Gli yo-yo sono dei dischi di pan di Spagna sofficissimi che si possono farcire con quello che i bambini amano di più: cioccolato, marmellata, miele, ricotta, poi decorati con strisce di cioccolato. Si possono sigillare bene con la pellicola e metterli  nella cartella dei bimbi per lo spuntino della scuola. Oppure sono perfetti da servire a colazione con una bella tazza di latte.

mercoledì 11 dicembre 2013

Molto forte,incredibilmente vicino


E' passato del tempo dal "giorno piu brutto", ma Oskar Schell non si dà pace. Suo padre lo ha lasciato con una missione incompiuta, con molte domande e una sola certezza: non deve smettere di cercare. Quando, nell'armadio del genitore, trova una chiave e un nome, Black, Oskar trova con essa anche la spinta e l'alibi che gli mancavano. Incontrare tutti i 472 Black di New York City per testare le loro serrature diventa per il bambino un modo di coltivare il sogno che quella chiave possa schiudergli un ultimo messaggio del padre e una maniera di scappare ancora il più a lungo possibile dall'evidenza. "Cosa ti manca di piu di lui?", chiede Oskar alla madre. "La sua voce", risponde lei. E anche a lui mancano più che mai le parole del padre, vere e proprie istruzioni per l'uso della vita, e non a caso è ad un nome che si aggrappa e sempre non a caso è a un'occasione di dialogo persa per sempre che non si rassegna. E poi c'e l'inquilino, per il quale le parole ad alta voce non si possono più pronunciare, non dopo quello che è accaduto a Dresda, ma al quale la scrittura consente comunque di continuare a vivere. 


già parlare dell' 11 settembre non ci lascia indifferenti,mai... sentire storie vere o anche romanzate strazia il cuore...almeno a me succede così!ed è arrivato il turno di un bel film strappalacrime
a prescindere da tutto quello che è stato detto,complotto o non complotto...colpa o non colpa..
l'11 settembre ha ucciso un sacco di persone e distrutto famiglie... perchè chi rimane non sarà più lo stesso,mai più!

ecco un bel film per quando avete voglia di piangere
guardatelo e lasciatevi trasportare dalla forza di questo piccolo ragazzino che non vuole arrendersi alla mancanza del suo papà!

PDF PER LA STAMPA


martedì 10 dicembre 2013

COME TI SMACCHIO LA MACCHIA, DALLA A ALLA Z (prima parte)



PERCHE' UNA TOVAGLIA DI NATALE MACCHIATA E' COME UN CIELO SENZA STELLE...

Abbiamo parlato di bucato in uno dei primi post di questa rubrica. E già allora avevo inneggiato alle Nonne e detto quanto sia difficile eguagliarle in fatto di "bucato perfetto e senza macchie".
In diverse occasioni mi è capitato di dover ricorrere alla telefonata di emergenza per chiedere aiuto di fronte a una macchia disastrosa come VINO ROSSO, INCHIOSTRO, GELATO AL CIOCCOLATO, PUPU' DI NEONATO...  e la classica risposta della mia salvatrice è quasi sempre stata: mi raccomando non farla seccare!

Sì perché la prima regola fondamentale che ci aiuta a sconfiggere le macchie, anche quelle più ostinate, è proprio la VELOCITA' DI AZIONE.

Una macchia fresca, appena fatta, è decisamente più facile da togliere rispetto a una macchia vecchia e asciutta che ha avuto tutto il tempo di penetrare nei tessuti e magari danneggiarli irrimediabilmente.

Quindi la prima cosa da fare solitamente, e se non si ha la possibilità di agire subito, è sciacquare il capo macchiato in acqua fredda o tiepida e mai calda, perché il calore tende a fissare la macchia. Strofinare delicatamente la parte interessata e lasciare in ammollo per un breve periodo, aggiungendo in acqua del detersivo neutro o un goccio di sapone di Marsiglia.


lunedì 9 dicembre 2013

giochiamo a "fare finta che..."


Ai miei figli posso prendere un sacco di giochi...
inventare cose assurde...
ma il loro gioco preferito è, e rimane sempre, la simulazione.

domenica 8 dicembre 2013

Quando la cicogna non arriva


Domenica scorsa abbiamo affrontato il tema della maternità non attesa e quella tanto sperata, oggi mi sono chiesta..."e quando la cicogna non arriva?".
Non ho esperienza in merito, almeno non diretta ma so quanto può essere frustrante una maternità desiderata che tarda ad arrivare.
L'OMS (L'Organizzazione Mondiale della Sanità) definisce l'infertilità come l'assenza di concepimento dopo 12/14 mesi di rapporti mirati.
Le cause dell'infertilità possono essere tante e svariate ma non le analizzeremo in questa sede, ciò che mi preme conoscere è invece come possa sentirsi una coppia e come decida di vivere questa situazione.
L'infertilità è un argomento molto delicato ed è per questo che ringrazio fin da adesso le due ragazze che si sono prestate all'intervista, perché parlare di certe cose non è mai facile, anche se si sono superate o si sta tentando di farlo.
Ilaria è una ragazza di 34 anni di Verbania, ha 2 figli: Gabriele di 3 anni (avuto tramite FIVET) e Emanuele di quasi 2 anni (avuto naturalmente).
Idril ha 37 anni ed è della provincia di Torino, ha un figlio Mr. Simpatia di 5 anni anni.

sabato 7 dicembre 2013

Per tonificare gambe e glutei


Vorrei riprendere dagli squat tonificanti per aggiungere altri esercizi per rassodare e rinforzare la muscolatura delle gambe e dei glutei.

Se siete in casa
Front (dx/sx) Side (dx/sx) Back (sx/dx) Lunges
Stazione eretta: eseguire in sequenza affondi in avanti, laterali e verso il dietro per 15 ripetizioni ciascuno.
Ripetere l'esercizio per 3 serie con 45'' di recupero tra le stesse.
{credits by www.womenshealthmag.com}

venerdì 6 dicembre 2013

Janyasana. Ovvero del perchè lo yoga prevede il digiuno. Tutorial.



Chi fa o ha fatto yoga per un po', sa benissimo che presto o tardi capita a tutti. E se stai facendo una torsione, una flessione o uno stiramento, ma anche se stai scendendo dal Sarvangasana (= la candela) può diventare molto, molto difficile trattenere. Ecco perché penso che sia necessaria una lezione teorica approfondita su come evitare nei limiti del possibile, oppure gestire "la cosa"

giovedì 5 dicembre 2013

La ricetta di Fra e...

http://2.bp.blogspot.com/-JTxdDfoZ_5I/UkVqgT-K3II/AAAAAAAAAic/QAQ_xR5Nr8Q/s320/1378049_10201765459125785_1188349433_n.jpg



Oggi per tutte voi c'è una sorpresa.

Come anticipato nella presentazione della rubrica fatta qui, andando avanti avremmo avuto anche qualche ospite: oggi ho deciso di presentarvi il primo.

mercoledì 4 dicembre 2013

Tarantino to be continued...


oggi di cosa parliamo? ma di KILL BILL,il primo film di tarantino che ho visto...
eh si,non è pulp fiction il primo amore no...anche se pure quello merita un sacco (ovviamente sempre vietato ai minori e alle persone particolarmente sensibili!)

martedì 3 dicembre 2013

OGGI PROFUMIAMO CASSETTI E ARMADI


PROFUMO DI PRIMAVERA ANCHE IN INVERNO

Non so se capita anche a voi, ma durante l'inverno i miei cassetti e soprattutto i miei armadi fanno sempre un odore di chiuso che proprio non sopporto.
Odore di lana, odore di giubbotti di pelle, odore di ...armadi della nonna!
E se anche questo può portare la mia memoria indietro nel tempo, facendomi ricordare le emozioni di quando da piccola andavo a rovistare nei cassetti della mia cara nonnetta Rosa, mi son spesso detta che dovevo trovare un rimedio per combattere quegli odori sgradevoli, possibilmente che fosse naturale.
Sì perché fino a qualche tempo fa acquistavo quei profumatissimi sacchettini di carta, che si trovano anche al supermercato e che una volta scarichi del loro profumo originale, si buttano e si sostituiscono con quelli nuovi.
Soltanto che da quando  rovistare negli armadi e nei cassetti è diventato lo sport preferito del mio piccolo gnomo Pietro, quei sacchettini che sembrano contenere budino alla vaniglia sono diventati potenziali nemici pericolosi.

lunedì 2 dicembre 2013

Calendario dell'Avvento fai da te


Una delle tradizioni che mi sono portata a casa dalla mia permanenza di un anno in Germania è quella del Calendario dell’Avvento. Se negli anni scorsi però mi sono limitata ai calendari che si comprano in pasticceria  stavolta mi è presa la fissa….devo avere un calendario dell’avvento fatto da noi!
Dovete sapere che Elena, la mia bambina (4 anni), è un’appassionata di “attacchi d’arte”: datele fogli, forbici, colla, scotch e colori e la farete felice!

domenica 1 dicembre 2013

E se un giorno...due lineette

La mia è stata una gravidanza cercata ma non per questo priva dell'effetto sorpresa visto che è arrivata a solo un mese dalla ricerca... L'essenza di questo blog è la ricerca, la caccia alla cicogna ma come tutte le cose c'è un risvolto della medaglia, ho spesso parlato di questo risvolto con una cara amica, chiacchierate che si sono consumate all'ombra della mia panciotta e davanti a piatti prelibati.
Ho chiesto alla mia amica di mettere nero su bianco la sua esperienza, l'ha fatto scrivendo con il cuore in mano e con la sensibilità che la caratterizza.
Vi lascio alle sue parole, non voglio aggiungere altro perché nessuna altra parola è necessaria se non le sue. Oggi l'introduzione all'intervista doppia ha un'altra voce: quella di un pezzo di cuore che si racconta.

Potrebbe interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...