Il blog è aperto a tutti, scrivete anche voi la vostra storia!!!

basta inviare una mail a vorreiesseremamma@gmail.com
oppure compilare il modulo di contatto per poter diventare autori

gruppo FB!!!!!!!!!!

a disposizione il gruppo FACEBOOK per consigli sui temi da trattare nelle rubriche e per condividere esperienze chiedete di essere aggiunte!!!! https://www.facebook.com/groups/783651041653544/

martedì 19 novembre 2013

COME PULIRE E CONSERVARE LE SCARPE




PERCHE' SE CENERENTOLA NON AVESSE INDOSSATO SCARPETTE DI CRISTALLO LUCCICANTE, FORSE SAREBBE ANCORA TRA CENERE E CENCI!

Le scarpe sono un elemento estremamente importante del nostro look. Devono essere belle, comode e soprattutto pulite.
Se di buona qualità possono durare a lungo, a patto che si spenda del tempo per la loro pulizia e che vengano conservate con cura e attenzione.
Nella mia scarpiera ho degli scarponcini Dr. Martens che ho acquistato durante il quarto anno delle superiori e che ancora oggi uso con grande piacere. Degli scarponcini invernali della Timberland che più invecchiano e più diventano belli. E delle scarpe da tennis che ogni volta che escono dalla lavatrice sembrano come nuove. Devo avere anche qualche decina di scarpe con il tacco da qualche parte ma non ricordo assolutamente dove....A ma prima o poi le indosserò di nuovo, magari se un giorno Fata Smemorina venisse a farmi visita! ;-)


Intanto però voglio darvi qualche consiglio sulla pulizia delle vostre scarpe, pertanto munitevi di:

- latte detergente
- panno morbido
- panno di lana
- cotone idrofilo
- lucido da scarpe neutro o in tinta con le scarpe
- latte
- olio di oliva o paraffina
- spazzola per camoscio
- spazzola con setole morbide
- spazzolino da denti
- carta di giornale
- detersivo per delicati
- sapone di Marsiglia
- Cif

SCARPE IN PELLE
Utilizzare un panno o una spazzola dalle setole morbide per togliere lo sporco e le macchie più superficiali dalla tomaia. Applicare del lucido con una spazzola o un batuffolo di cotone idrofilo ed per finire lucidarle con un panno di lana. Per ammorbidire la pelle si possono trattare le scarpe con del latte detergente neutro.
SCARPE IN CAMOSCIO
Di solito questo tipo di scarpa dev'essere spazzolata frequentemente, con una spazzola apposita in gomma e con movimenti circolari, proprio perché delicate. Nel caso di macchie estese e possibile pulirle con uno spazzolino dalle setole morbide imbevuto di acqua e ammoniaca. E' possibile usare della carta vetrata sottile se la macchia che ha rovinato le nostre scarpe è secca e incrostata. Si consiglia sempre di impermeabilizzare il camoscio con un apposito spray acquistabile nei negozi di scarpe.
SCARPE DI TELA O STOFFA
Il trattamento migliore per questo tipo di scarpe è il lavaggio a mano in acqua fredda. E' possibile usare del sapone di Marsiglia per le macchie più ostinate oppure del detersivo per delicati. E' sufficiente sfregare con uno spazzolino da denti e per pulire la suola esterna si può usare Cif in crema o la spugna magica.

SCARPE DI VERNICE
Queste sono quelle che si sporcano e si puliscono più facilmente. Per la pulizia basta utilizzare un panno morbido imbevuto nel latte e per ammorbidire la pelle un panno imbevuto nell'olio di oliva o nella paraffina. Ancora la mia memoria conserva il ricordo di queste semplici operazioni fatte non so quante volte, quando da bambina adoravo le mie ballerine di vernice nera e speravo mi durassero per sempre.
SCARPE DA TENNIS
Possiamo lavarle in lavatrice con un detersivo liquido, un antibatterico e un programma con temperatura max di 30°. Prima del lavaggio ricordarsi sempre di estrarre la soletta interna e di togliere i lacci. Per eliminare i cattivi odore si può cospargere la parte intera della scarpa con del bicarbonato, lasciando agire per una notte intera. Evitate di far asciugare le scarpe vicino a fonti di calore e alla luce diretta del sole: potrebbero raggrinzirsi e scolorirsi. Inserire un po' di carta di giornale per assorbire l'umidità e per conservare la forma.
Nel caso di scarpe in pelle o gomma bianca si possono trattare le macchie superficiali o più ostinate con del sapone di Marsiglia, del Cif in crema oppure con la gomma magica.

STIVALI
Quelli di cuoio devono essere puliti frequentemente con un panno asciutto che tolga polvere e residui di sporco, e poi massaggiati con una crema per pellami delicati che andrà lasciata agire per tutta la notte. Successivamente andranno lucidati con un panno di daino e con un lucido in tinta nel caso ci fossero graffi evidenti. Per gli stivali di gomma è sufficiente usare sapone di Marsiglia e acqua fredda.
COME CONSERVARLE AL CAMBIO DI STAGIONE
Prima di conservare le scarpe è consigliabile disinfettarle e deodorarle. A tale scopo potete preparare dei sacchettini con del cotone idrofilo imbevuto di alcune gocce di oli essenziali al timo, alla lavanda o alla menta. Per essere sicuri di conservarle in modo corretto è consigliabile spruzzarvi un prodotto antibatterico così da eliminare funghi, germi, batteri e cattivi odori.
E' buona norma riempire le scarpe di carta, preferibilmente quella di giornale, o meglio ancora conservarle con un tendiscarpe. In tal modo, evitiamo che la scarpa si deformi e contribuiamo a mantenere la sua forma originaria. Se conservate le scarpe in una scarpiera sarebbe bene evitare di porle una sull’altra e sarebbe utile chiuderle in sacchetti di stoffa. Se invece le conservate in un armadio potete utilizzare le scatole classiche applicandovi delle etichette oppure creare delle finestrelle che permettano di riconoscerne il contenuto. Per gli stivali è consigliabile inserire all'interno del gambale un cilindro di cartone oppure della carta di giornale ben pressata.

E con questo spero di avervi detto tutto.
Vi saluto e vi do appuntamento alla prossima settimana.

Mammaserena


VERSIONE PDF

Nessun commento:

Posta un commento

Potrebbe interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...