grazie a SOGNI SU CARTA per l'immagine
Il blog è aperto a tutti, scrivete anche voi la vostra storia!!!

basta inviare una mail a [email protected]
oppure compilare il modulo di contatto per poter diventare autori

gruppo FB!!!!!!!!!!

a disposizione il gruppo FACEBOOK per consigli sui temi da trattare nelle rubriche e per condividere esperienze chiedete di essere aggiunte!!!! https://www.facebook.com/groups/783651041653544/

martedì 31 luglio 2012

per non fare differenze

per non fare differenze ora anche *perle di Martina*


premessa: Martina vede il fratello usare il vasino e anche lei dice PIPI' e si siede senza fare nulla, ma è già un passo avanti.

fatto: Giovanni stamattina decide di fare la pipì nel water (sialodatogesùcristo), quindi arriva si siede tranquillo e bello assonato... Martina prende in mano il vasino e gli si para davanti brandendo il vasino a mò di spada e ripetendo PIPI'PIPI'PIPI'PIPI'PIPI'
chissà cosa le sarà passato per la testa in quei momenti hahahahahahahah

ed io mi chiedo MA COME FACCIO A NON ADORARLI?!?!?!??!!?

perle mattutine


come ho già detto Giovanni è molto lento a svegliarsi (tutto mamma)
stamattina appena aperti gli occhi mi dice: MAMMA SAI CHE MARTINA UNA VOLTA ERA UN MASCHIETTO?
amore mio torna a dormire và!!!

venerdì 27 luglio 2012

buon compleanno

Buon primo compleanno al GRUPPO FB
SSFMVBAM

martedì 24 luglio 2012

sorpresa per le amiche di facebook

e per chi ci segue su facebook è in arrivo una sorpresa...
TASSATIVAMENTE IL 27-07-2012!!!!!


sabato 21 luglio 2012



Inizio questo post, dedicandolo a tutte le ragazze che stanno cercando la pennuta: l'attesa vale sempre quando poi ti ritrovi per casa un esserino che ti fa questi sorrisi.

La mia attesa è durata esattamente due anni, a maggio 2008 iniziavamo la ricerca, l'8 giugno 2010 scoprivo di essere incinta!. Sono stati mesi molto difficili... un dolore assurdo... che non dimenticherò mai, ma che poi lascia il posto ad una gioia così grande da far scoppiare il cuore!! Basta guardarla!! La Mia Ludovica mi ripaga di tutto.

Ricordo quell'8 giugno 2010 benissimo. Avevo un ritardo di tre giorni, ma ormai erano mesi che non facevo più test, ed ero abbastanza tranquilla, quel mese l'avevamo fatto solo una volta e lontano dall'ovulazione... davo la colpa del ritardo ai primi caldi insopportabili e avevo i soliti dolori da ciclo quindi le aspettavo da un momento all'altro.

Dicevo alla Lara 'aspetto almeno altri due giorni'... poi però in pausa pranzo mi fermo ad acquistarne uno (la scusa era che dopo aver fatto il test ed essermi messa il cuore in pace mi sarebbero arrivate subito). In farmacia mi serve un ragazzo che dopo aver posato il test sul bancone mi chiede se so come si usa... ancora adesso se ci penso mi faccio delle grasse risate ahahahah cmq la faccia che gli avevo fatto corrispondeva a questo "nono bello non lo so usare... infatti i 20 che conservo a casa son negativi perchè ho sbagliato ad usarli mavaffanbrodo va" :O). Cmq vado a casa e ci faccio pipì sopra, convintissima sarebbe stato negativo, per questo non aspetto Marco, non voglio che anche lui provi la mia solita delusione. E invece no... prima ancora di colorarsi la linea di controllo si colora la linea dell'incintaaaa noooooo soso incinta nooooooooo non è possibile nooooooooo ho le traveggole... Si ecco più o meno questo è stato il pensiero poi tramutatosi in nenia ad alta voce tipo malata mentale: 'sonoincintasonoincintasonoincinta' questo solcando in lungo e in largo le stanze che vanno dal bagno alla cucina, sempre con lo stick in mano, in quel momento la cosa più preziosa del mondo per me!!! Il primo pensiero (normale) è stato poi: mica lo posso dire per telefono a Marco! E lui non sarebbe tornato quel giorno per pranzo... dovevo aspettare fin alla sera. Ma alla Lara Stella si dovevo dirlo subito... non riuscivo nemmeno a trovare il numero sul cell da quanto mi tremavano le mani... Ma poi finalmente invio la chiamata... lei risponde e lì un casino di urla e gioia!!! SONO INCINTAAAAAA Quel pomeriggio vado a lavoro in uno stato pazzesco! Le ore non passano più ma finalmente arrivo a casa e preparo sopra al tavolo in cucina il test in bella vista con un bigliettinno con scritto:
AMORE FINALMENTE IL NOSTRO SOGNO SI REALIZZERA' ORA SIAMO UNA FAMIGLIA!
E accanto ci metto un bottiglia di prosecco e due calici. E aspetto Marco che non arriva piùùùùùùùù
Quando lo sento che apre la porta di casa ormai ero in fibrillazione... Lui sale le scale, io sono seduta sul divano. Lui mi guarda, vede che la tavola non è pronta per la cena e vede la bottiglia e i calci e mi guarda 'impaurito': Mi sono dimenticato qualche ricorrenza????? Io rido e lo accompagno alla tavola. Lui non capisce... poi l'occhio gli cade sul test... NOOOOOOOOOOOOO MA è VERO URLA. E io SIIIIIIIIIIIIIIII E' stato un momento magico..... abbiamo pianto riso ci siamo baciati.... in quel moemnto aveva inizio la nostra nuova vita!!!!!!!!
Quella sera poi siamo andati subito dai miei e da sua mamma ad annunciare la stupenda notizia!!

Ludovica, la nostra Principessa indipendente lunedì scorso ha fatto 17 mesi. E' stupenda ed è tutto quello che potevamo desiderare.

Ora sono incinta di 5 mesi e aspettiamo il nostro secondo erede che è un MASCHIETTO, arrivato al primo tentativo ihihihihihihi



Ragazze non perdete mai la speranza verrete ripagate di tutto!!!

GM




mercoledì 18 luglio 2012

LOLLINO HA UN ANNO!!!


Ed eccoci qua... un anno dopo...


Che emozione grande Lollino bello! Hai un anno!!!
Sembra ieri che ho sentito il tuo pianto per la prima volta, che ho accarezzato la tua testolina e baciato le tue guanciotte piene... Ma è già trascorso un anno... 
Sei sempre tu... Eppure... sei così diverso! 
Già da un po' abbiamo messo via la navicella, la palestrina con cui giocavi nei primi mesi, l'ovetto, la sdraietta, la giostrina di Winnie Pooh... ora anche il girello! Eh sì perchè, seppure un poco incerto e traballante, cammini da solo!
Questa sera soffierai la tua prima candelina sulla torta! Ho provato ad insegnarti a soffiare con la bocca... ma tu continui a farlo col nasino! Beh, per lo meno quando ci sarà da imparare a soffiarsi il naso tu non avrai problemi!
Un anno Lollino mio... 


Tanti auguri amore mio... vita mia.... 


Sei ciò che di più bello mi potesse capitare...


Amore mio, gioia mia grande... non smettere mai di essere te stesso, non smettere mai di correre verso un traguardo, lotta sempre per ciò che desideri, ama chi ti ama e anche chi ti odia, sogna sempre mete impossibili, vivi più intensamente che puoi la tua vita, e vivi per lei... e in tutto questo tuo immenso vivere ricordati sempre del mio grandissimo bene per te... Ti amo cucciolo mio, non dimenticarlo mai... 


La tua mamma (sempre più innamorata di te!)


lunedì 16 luglio 2012

Volete fare un giro in giostra con me? Prego signori...venghino....

Ho sempre voluto diventare mamma da giovane, ed è avvenuto. A 22 anni ero mamma, il mio sogno si era avverato. Avevo però un'enorme paura, non mi sentivo pronta. Un conto era sognarlo, un conto ritrovarsi con questo esserino urlante tra le braccia. Il mio cucciolo tenero dormiva pochissimo, mi teneva sveglia tutta la notte, faceva sonnellini di un'ora. Tre mesi dopo la nascita ho dovuto ricominciare a lavorare, turni tra me e mio marito per star svegli la notte col bimbo. Pianti, da parte mia, tanti pianti. Non ne volevo più sapere di avere altri bambini. Gli anni passano, i ricordi sbiadiscono, i caratteri (il mio) si rinforzano. Desidero un altro figlio, mio marito, memore del mio quasi-esaurimento, non se la sente, ma lasciamo "le porte aperte". Niente. Emorragie si susseguono. Controlli. Cure ormonali. Nulla. Poi succede una disgrazia in famiglia, il mio peso tocca i 48 kg...Passa il tempo, niente. Depressione. Cure. Un anno esatto dopo, negli stessi giorni in cui sotterravo mia mamma, resto incinta e la sogno che mi regala un vestino azzurro. Dopo 9 mesi nasce il mio piccolo. Io lo ritengo il suo regalo per me, per ridarmi speranza nel futuro, per ridarmi voglia di vivere. Nel frattempo erano passati 15 anni e mezzo dalla nascita del primo figlio. Ora mi ritrovo a gestire un figlio di vent'anni che si sente un uomo, prende le distanze dai genitori e vuole imporsi e un figlio di 5 anni che prende le distanze dai suoi genitori perchè sta crescendo e ci mette alla prova ogni giorno.
Vabbè, la giostra della vita, vi son salita e voglio farmi il giro completo!!
Moky
Sempremamma

venerdì 13 luglio 2012

La mia lotta contro l'infertilità

Ho scoperto 3 settimane fa di essere incinta, dopo anni di lotta contro l'infertilità. 

In questi 4anni ho imparato tantissime cose, avendo girato per medici e ospedali, avendo fatto milioni di esami e cercato online tutte le informazioni possibili ed immaginabili sul mondo della gravidanza. E ora mai ritrovo a saperne tanto, troppo.. a parlare in sala d'aspetto con ragazze che non sanno nemmeno come funziona il ciclo mestruale, figuriamoci capire i meccanismi di una gravidanza! ormai mi destreggio tra dosaggi ormonali e ecografie..che il mio medico mi ha insegnato a leggere e capire! 

 Ho iniziato a cercare una gravidanza quasi per gioco a 23 anni, senza curarmi troppo delle conseguenze, immaginandomi con il pancione agli esami universitari. Nel frattempo mi sono laureata ed ho iniziato a lavorare, mi sono sposata ma la mia pancia è sempre rimasta piatta. Dopo oltre un anno di tentativi ho deciso che qualcosa non andava, ma nessuno ha mai capito cosa. Ho fatto la trottola tra ginecologi, endocrinologi e vari ospedali, sono passata da "signora si impegni di più" a "ma tanto è giovane" a trovare un medico in un piccolo ospedale pubblico che mi ha ascoltata e seguita. Dopo vari tentativi andati a vuoto perchè le mie ovaie non volevano collaborare, grazie alla fecondazione in vitro, a 26 anni sono rimasta incinta di due gemellini. Oggi per la prima volta ho visto battere i loro cuoricini.


Non so ancora cosa mi riserverà il futuro..ma ci voglio credere.







un giorno di ordinaria follia

tanto mamma non mi prendi
io sono più veloce
ha-ha-ha non-mi-prendi
attent....
(SBUM)
aaaaaaaaaaaah il karma delle cose!!!!! hahahahhahahahaha
invece di sbeffeggiare la tua mamma comincia col guardare davanti... le cadute dentro ai cespugli di rose sono dolorose...
ti ricordi lo scorso anno quando ci sei finito dentro con tutta la bici?!?!?!?!?!??!!?


giovedì 12 luglio 2012

4 anni....

son passati 4 anni...
era venerdì mattina e GM mi chiede, come faceva da giorni, se il ciclo mi fosse arrivato ed io che le dico "no stella ma arriva tranquilla ho doloretti". Lei insiste così in pausa pranzo vado a prendere un test per farlo eventualmente la sera... era troppa la paura di vedere un altro test negativo. A pomeriggio inoltrato ancora nessun segno delle malefiche e GM che insiste. Aspetto che i capi se ne vadano dall'ufficio per fare il test. Scrivo a GM via skype SONO LIBERA lei OK TI CHIAMO COSI' LO FACCIAMO AL TELEFONO.
Vado a fare pipì nel bicchierino
aspetto la telefonata
immergo lo stick
lo bagno ben bene
test rivolto verso il basso e si aspetta...
Io non mi volevo illudere, GM viene chiamata dal capo e mi dice
NON GUARDARE ASPETTAMI...
i minuti passano...
lei non richiama...
il test è lì con il verdetto....
lo giro
POSITIVO!!!!!
GM mi chiama e la prima cosa che le dico è E ADESSO!?!?!??!?!?!?!?!?!
Corro a casa, facendo finta di nulla vado a prendere il regalo di anniversario per i suoceri (con cognata etc etc), arriviamo a casa, abbraccio mio marito e gli dico
DA 1 a 10 QUANTO MI AMI?
e lui 10
ed io VEDIAMO SE RIESCO A FARTI DIRE 11?
lui mi guarda perplesso
io SONO INCINTA!!!!
son passati 4 anni...
l'amore che si prova per la propria creatura non ha nome... GIOVANNI TI AMO!!!!
LM

mercoledì 11 luglio 2012

il nostro risveglio

questi siamo noi al mattino
DIEGO/MARTINA la tigre, sveglia da subito, veloce e furba
SID/GIOVANNI il bradipo, fa tutto piano, sbatte ovunque
MANNY/MAMMA il mammut, a parte che ci somiglio nelle dimensioni.... son quella che rogna ed impartisce ordini
non c'è nulla da fare... SIAMO NOI!!!!!!
LM

lunedì 9 luglio 2012

POST DI SOFIA

Ho deciso di scrivere anche io un post in questo splendido mondo soprattutto perchè mi è stato chiesto da LM.

Da una vita seguo questo blog, prima su Libero, anche se non commentavo mai, poi la meravigliosa idea del gruppo su FB e li mi sono fatta conoscere e adesso con questo nuovo blog mi sento già a casa.

Io non sono Mamma, e chissà se lo sarò mai... Dalla mia ho un istinto materno innato che mi fa sentire Mamma da sempre, dall’altra la mancanza di “materia prima” per poter realizzare il mio desiderio.

Chi un pò mi conosce sa che amo follemente i bimbi, proprio per questo mi sono diplomata come maestra d’asilo e il mio sogno di lavorare a contatto con i bimbi si sta realizzando da un anno a questa parte facendo le supplenze negli asili nido. Certo mi piacerebbe farlo come lavoro a tempo pieno ma per ora devo accontentarmi di questo; i posti come insegnante sono sempre meno nelle strutture comunali e nelle strutture private ancora peggio. Sta di fatto che ogni volta in cui io entro all’asilo nido sconnetto il cervello da tutti i miei casini e penso solo a quegli esserini che mi circondano, ogni volta che entro nella stanza della nanna e li vedo li nei loro lettini con quei visi beati mi commuovo perchè mi lasciano senza fiato.
Amo sentirli respirare profondamente, respiri rilassati e spensierati che ti trasmettono tranquillità.
Amo coccolare i più piccolini appena svegli che ti corrono incontro e ti abbracciano con quei ciucciotti in bocca perchè sono da strapazzare di baci.
Amo cambiarli perchè ogni vola si instaura un rapporto straordinario.
Odio l’orologio perchè l’orario d’uscita arriva troppo in fretta!

Potrei passare ore a dirvi tutto ciò che mi frulla per la testa, ultimamente ho la lacrima facile, tutto quello che leggo mi emoziona.
Adoro leggere tutte le Vostre storie, ognuna di voi ha qualcosa di magico nel raccontarle, mi sento una sorta di “zia” per tutti i Vostri bimbi...
Seguo le Vostre vite, i progressi dei Vostri figli, le gravidanze, le nascite, le gioie e i dolori di tutte Voi; un angolo di “mondo” dove parla il cuore...
E’ risaputo ormai che questo gruppo porta bene, sarà grazie alle persone speciali da cui è composto, saran fatalità ma qui ho visto nascere tante mamma, ho visto nascere tanti cuccioli e speriamo che in qualcosa questo “mondo nel mondo” porti bene pure a me!
Con Voi e grazie a Voi sogno ogni giorno ad occhi aperti...
A volte vorrei tanto avere una sfera di cristallo per poter vedere il futuro... Sono sempre stata una sognatrice, dal principe azzurro, del matrimonio con abito tipo meringa ,dalla casa perfetta, una vita piena di bambini da dover organizzare e crescere...
Ultimamente penso che io sia destinata a crescere con tanto amore quelli degli altri e così
per ora mi godo le Vostre storie...
E speriamo che questo magico Mondo porti bene anche me e che prima o poi mi ritrovi anche io a raccontarVi la mia...

In becco alla cicogna a tutte quante, e... Speriamo sia femmina ma va bene anche maschio!

Vi stringo tutte in un super abbraccio virtuale...

Sofi
 

GRAZIE

La nascita di Serena ci ha scatenate... in questi ultimi giorni ho ricevuto un sacco di complimenti per il blog / gruppo FB.
Noi siano uno splendido gruppo di persone che si vogliono bene, che soffrono insieme e che gioiscono insieme... Giovanna ed io non abbiamo fatto nulla di speciale, VOI siete speciali!!!!!
La nascita di Serena è stata un momento di gioia immensa per tutte, credo che abbiamo combattuto tutte contro le lacrime di gioia per questa notizia perchè sappiamo quanto ha sofferto Monica.
Ma da inizio anno abbiamo festeggiato la nascita di molti bimbi di questo gruppo e tutti con la stessa gioia. Ogni giorno sono sempre più felice di aver incontrato, anche se solo virtualmente, OGNUNA di voi. VI VOGLIO BENE!!!!!
LM

io non ho parole

ragazze che si può dire.....
LM

venerdì 6 luglio 2012

Benvenuta Serena

Sappiamo quanto la tua mamma ti abbia desiderato
sappiamo quanto ha sofferto per averti
oggi nasce una mamma
BENVENUTA SERENA!!!!!

*La vita cambia, ma è un Dono!*

Ieri mi sono imbattuta in questo articolo "Stufa di essere mamma" e mi sono costretta a fermarmi... e pensare.
Come avrei risposto ad una lettera del genere?
Vi confesso che le parole di Carla mi hanno colpito molto. Ma in senso negativo.
Ognuno è libero di pensare e scrivere ciò che vuole, e ringrazio questa Mamma per avermi dato la possibilità di riconfermare il mio pensiero.
Io sono fortunata. E amo essere Mamma.
E' vero, ok ci sta. Si diventa Madri e la vita inesorabilmente cambia. Drasticamente. Ma per me è un "meravigliosamente" cambiata.
E' faticoso, per tutte. Lo è ancora di più quando il figlio non è più unico.
Ma io non tornerei indietro. Mai.
Bella la vita da single, da fidanzati, da neo-sposini.. quella vita che puoi fare tutto ciò che vuoi senza dover pensare a come gestire qualcun altro che non sia te stesso.
Essere libero di scegliere e fare.
Ma poi?
Credo che già il fatto di essere Madri sia un Dono di Dio e in quanto tale, massimo rispetto.
Dare alla luce, dare la vita.

Scusatemi, sicuramente c'è chi la pensa diversamente da me.
Ma io, ogni volta che guardo i miei Stellini, Riccardo e Ludovica, non posso che dirmi brava, perché è la cosa più bella che ho fatto nella mia vita.
Loro sono una parte di me. Crescono. Diventeranno adulti e vivranno la loro vita.
Che sarà sempre parte della mia. Anche quando non ci sarò più...

Ramona (*Stellina_Mamma*)

2000 visite

che questo blog fosse speciale era fuori dubbio ed averlo ripreso in mano era l'unica cosa giusta da fare.
Maaaaaaaaaa non mi aspettavo una reazione così da parte Vostra!
2000 visite in poco più di 2 settimane!!!
GRAZIE RAGAZZE, per voi e con voi cresciamo ogni giorno!!!

LM

giovedì 5 luglio 2012

twitter

ed ora anche su TWITTER
https://twitter.com/#!/SSFMVBAM
LM

Nasce un figlio, nasce una mamma

Sono una mamma bis.
Sono diventata mamma del mio Amore Grande (in senso di altezza), la mia Gnappetta, il 7 marzo 2008 e ci ho messo un po' a decidermi ed a convincermi che ero pronta per un altro figlio.
Il mio Amore Piccolo, il Cicciottino, è nato il 9 marzo 2012.
2 figli nati a marzo, entrambi in anni bisestili, che hanno portato la primavera nel mio cuore...
2 gravidanze accomunate dalla gestosi, 2 cesarei d'urgenza e tanto tantissimo amore!
La ginecologa mentre mi suturava mi ha detto che non è il caso di avere altri figli se non voglio finire al Creatore...
E pensare che mi sono fatta tante di quelle paranoie prima di "impegnarmi" nella ricerca del secondo figlio che adesso ne farei un altro seduta stante! :)
Pensavo che non sarei riuscita ad amare un altro figlio tanto quanto amavo la mia Gnappetta ed invece è proprio vero quando si dice che l'amore di una mamma non si divide ma si moltiplica.
Nel momento in cui ho sentito piangere il Cicciottino in sala operatoria...puff! Svanite tutte le paranoie. In quel momento, continuo a ripeterlo a tutti, ho sentito 2 cuori battermi nel petto: uno per  ciascun figlio.
2 figli ed un'evoluzione come mamma.

Come dicevamo qualche tempo fa in altri lidi, tutti dovrebbero nascere almeno secondi figli.
Certo a parte sventare qualche tentativo di fratricidio nei confronti del nuovo arrivato, mi sento una mamma molto più "easy". :D
Ma soprattutto mi accorgo di essere riuscita a godere di più questi primi mesi di vita del Cicciottino rispetto a quelli della Gnappetta. 
Adesso un po' mi dispiace di come sono stata per Gnappetta, di quando piangeva senza sosta per il reflusso o per le coliche ed io non riuscivo a calmarla, di quando mon Amour tornava a casa la sera e ci ritrovava sul divano che piangevamo entrambe, di quante volte ho detto "non sono una brava mamma", di quante volte ho sbuffato la notte perchè voleva dormire solo in braccio (povera, aveva il reflusso! Ci credo che non voleva stare sdraiata!), di quante volte aspettavo con ansia che mon Amour rientrasse a casa solo per "appioppargliela" in braccio e andarmene in camera a piangere in santa pace...
Per il Cicciottino ho pianto solo quando è stato ricoverato in tin.
Non mi è pesato alzarmi 3/4/5/x volte a notte una volta tornato a casa con noi. Non mi è pesato tirarmi il latte per un mese e mezzo giorno e notte ogni 3 ore.
L'ho sempre preso in braccio a dispetto di chi mi ha detto che lo avrei viziato, continuo a farlo ancora e continuerò fino a quando ne avrà bisogno.
Non credo alla scuola di pensiero di chi mi dice che se ha mangiato ed è pulito prima o poi si calmerà da sè...
Certe volte ha solo bisogno di un surplus di coccole. Lo tengo 5 minuti in braccio e quando lo rimetto giù si è calmato e non piange più. Che c'è di male? Ma soprattutto ci vuole tanto?
E' come se io gridassi "aiuto" e mon Amour non accorresse pensando che tanto son grande e mi posso arrangiare da sola.
Se piange un motivo ci sarà, fosse anche che ha bisogno di un bacino della sua mamma.
Penso che questi primi mesi non torneranno più.
Non ci saremo più io e lui nella penombra del post poppata a scrutarci e ad annusarci.
Non ci sarà più lui che sorride ebete alla vista della mia tetta pensando "mo' si mangia!".
Non ci sarà più lui che mi guarda come fossi una Dea.
Non ci sarà più lui che si rifugerà sul mio seno come se lì non potesse succedergli nulla.
Vorrei fermare questi attimi all'infinito.
Qualche giorno fa nella consueta passeggiata pomeridiana ai giardini parlavo con mon Amour di suoi amici e conoscenti. Tra chi sta sfiorando la depressione per il lavoro che non c'è o che sta diminuendo, chi ha problemi in famiglia, chi ha scoperto che il marito la cornifica...mi sono sentita fortunata per quello che ho e anche per quello che non ho. Per dire quest'anno ancora non sappiamo se riusciamo a farci scappare una vacanza, ma va bene lo stesso.
Penso di non essere mai stata più felice di ora.

la mia vita

i miei figli si sono "odiati" per un sacco di tempo.
Poi una sera li trovo così e mi si è aperto il cuore!!!!
LM

mercoledì 4 luglio 2012

E io aspetto..

Io aspetto sì. Aspetto di aspettare!(che vi credevate??? :D)

E' da Febbraio che aspettiamo, e da lì a oggi ci son stati alcuni esami, un integratore due volte al giorno veramente schifoso, analisi.
Ma queste sono cose che passano, quello che c'è stato e c'è più di tutto è il pensiero. Il pensiero che bene o male una capatina la fa sempre, non ti lascia un giorno intero in pace, quando vedi un bambino che fa i capricci e pensi "io come farei?", una carrozzina spinta da un papà, una pancia che cresce.
Aspettare di aspettare è un po' come sedersi e vedere scorrere le cose, consapevole di non poter fare altro perchè è una cosa indipendente dalla tua volonta'.
E' fare le congratulazioni a una conoscente incinta e tenersi il vaffanculo stretto in bocca, che non rivolgi direttamente a lei ma al destino suo che vorresti fosse tuo.
E' essere davvero felice per un'amica che è incinta e le brillano gli occhi, sperando che un giorno brillino anche i tuoi.
E' parlare sottovoce la sera con tuo marito, facendo qualche sogno e poi cambiando discorso bruscamente perchè ti rendi conto che così è peggio, perchè quando vuoi tanto una cosa sembra davvero che non arrivi mai.

Il "prima" è peggio del dopo, perchè dopo questo periodo restera' solo un ricordo appannato dalla gioia, ma ora quel momento non si sa quando sarà e l'incertezza è quello che più fa traballare.

Ma noi siamo forti, se traballo io mi tiene lui, se lui inciampa ci sono io.
E Amore ti aspettiamo, insieme, vedrai che bello che sarà..

martedì 3 luglio 2012

GRACY E LOLLINO


Eccomi qua! Sono Gracy, la mamma di Lollino, un piccolo birbante di quasi 12 mesi! La nostra avventura inizia il 27 Novembre 2010, dopo aver visto le fatidiche lineette rosse! Inutile dirvi che ero felicissima, ma che, allo stesso tempo ho anche pensato “E adesso???” . Mi chiedevo spesso, tra una capatina in bagno per vomitare, ed una al pronto soccorso per una flebo, se sarei stata in grado di essere una brava mamma.... Perché, sì, io questo bimbo l’ho amato dal primissimo istante che ho saputo che era dentro di me, ma non nego che venivo spesso assalita da mille timori e mille dubbi su come sarebbe diventata la mia vita con un bimbo.... I mesi passano, le nausee diminuiscono, la pancia cresce... La mia gravidanza, nonostante un primo periodo disastroso ed un bi-test  che mi ha fatta tremare, è trascorsa serenamente.... Del parto, un cesareo d’urgenza, ho un ricordo stupendo... Ero serena e così felice! Stavo per conoscere il mio Cucciolino!!!! I primi giorni a casa non sono stati facili: Lollino dormiva pochissimo, voleva mangiare in continuazione ed era 24 ore su 24 incollato al mio seno...  Seno che ha iniziato ad ingorgarsi e farmi un male pazzesco... Ho provato col tiralatte, con gli impacchi, me lo svuotavo al lavandino urlando di dolore... Poi, un principio di mastite ed ho dovuto prendere l’antibiotico... Ma non volevo smettere di allattare il mio Lollino.... Purtroppo, dopo qualche giorno ho invece dovuto prendere la decisione di smettere con l’allattamento al seno...
Nonostante sia passato un anno, ancora ci penso a questa cosa... Pensieri che scaccio via quando guardo il mio bimbo.... Lollino cresce che è una meraviglia, adora mangiare (tutto!!!), non sta fermo un attimo (nemmeno quando dorme!) ed è l’amore mio grandissimo!!!!
E, giorno dopo giorno, ho imparato, e sto imparando, a fare la mamma, godendo di ogni magico momento trascorso insieme al mio bimbo cuccioloso!
La mia vita con Lollino la racconto qui.... Se vi va, passate a trovarmi! Un "a presto" a tutte...   Gracy.

Alla fine dell'arcobaleno ci sei tu

Sono Stella81 la mamma di uno scricciolo di nemmeno due mesi, il mio amore immenso, la raione di ogni tutto e ogni perchè, lei la mia Eleonora. Questa è una storia come tante altre, qualcuno non leggerà affatto, cosa c'è di eccezionale in fondo i bambini sono sempre nati da che mondo è mondo, ma è la mia storia, la mia vittoria più bella, la soddisfazione più grande che io abbia mai provato. Quando io e mio marito decidiamo di allargare la famiglia è il 2 ottobre 2011, il giorno del nostro matrimonio, apriamo le danze e io ero già convinta di essere incinta, ma il ciclo puntuale come un orologio mi riportava ogni volta con i piedi sulla terra, i mesi passano,3, 4,6, e con essi si porta via anche la spensieratezza e la mia gioia di vivere, ogni ciclo una pugnalata, ogni mese mi rifugiavo da mia mamma e mi sfogavo con lei " stai tranquilla ci vuole pazienza" ma io la pazienza l'avevo persa, dopo 10 mesi vado a fare una visita ginecologica, " signora lei è perfetta, deve solo avere pazienza". A questo punto mi viene il dubbio che magari è mio marito ad avere qualche problema intanto inizia la guerra alla cicogna e mi attrezzo con test per l'ovulazione, che puntualmente si manifesta sempre al 14° giorno. Poi mia madre ha un illuminazione, " vieni da me a fare un tampone, magari hai qualche battere asintomatico", il giorno dopo vado in ambulatorio, tre secondi ed ero a casa di nuovo, arriva la risposta urealplasma e candida, mi fiondo dalla ginecologa e mi dice che sicuramente era quella  la causa, tre compresse di antibiotico io e mio marito e crema micotica per me. Passano 20 giorni e ripeto il tampone risultato tutto negativo. Con la gioia nel cuore e di nuovo la speranza torno a casa e lo dico a mio marito. Il ciclo quel mese mi è poi tornato nuovamente, era il 16 agosto ero in un acquapark con gli amici, mi cambiavo il costume e mi sono sentita tremare le gambe,  "no basta io non ce la faccio più, mi si spezza il cuore ogni volta...". Un pomeriggio mia mamma mi porta con se visto che mia nonna doveva andare in ospedale per una visita diabetologica e passiamo davanti al santuario di Santa Rita, ci fermiamo e tutte quelle rose, è stato bellissimo, poi vedo la fonte di acqua benedetta mi inchino mi bagno una mano e me la porto sul ventre, chiudo gli occhi e dico una preghiera, entriamo nella piccola cappella e ai piedi della statua c'è un piccolo quaderno aperto dove erano riportate le preghiere dei fedeli, prendo la penna " ti prego, aiutami a esaudire il mio sogno, portami il mio bambino, ti prego". Passano i giorni, aspettavo il ciclo per il 12 settembre, il 9 mattina mi alzo e faccio un test per l'ovulazione e vedo comparire due linee blu, non è possibile io ho già ovulato," togliti dalla testa che non sei incinta anche se..." Ci penso a quel test continuamente, il giorno dopo all'alba ne rifaccio un altro e la destra è maggiore della sinistra, il cuore mi batte da non farmi respirare " non ti illudere anche tre mesi fa il test era così e poi arrivate come sempre", mio marito va al lavoro io mi metto la prima cosa che trovo e mi fiondo in bici dietro casa al distributore della farmacia, mi tremano le mani, torno a casa e faccio il test, richiudo il cappuccio e lo appoggio sul piano del lavandino, tic tac tic tac, le istruzioni dicono che bisognava farlo dal primo giorno di ritardo, io ero in anticipo di due giorni, due minuti guardo il test e c'è solo quella linea rosa che ho tanto odiato, sospiro e riguardo il test e vedo un ombra prendere forma, un altra linea sottile come un capello si stava colorando di fianco alla linea di contrasto, mi cade il test dalle mani, sono le otto di mattina e le gambe vanno per conto loro, ho fatto il solco tra salotto e cucina, prendo il telefono e faccio una foto al test " oggi nasce una mamma e un papà" e lo mando a mio marito e poi corro da mia madre, mi vede sulla porta dell'ufficio e io non riesco a parlare mi viene da piangere e un nodo in gola non mi fa dire nulla, mi sento una scema mia madre si preoccupa pensa ad un incidente, poi si illumina " sei incinta? Sei incinta?" Annuisco riesco a fare solo quello, le faccio vedere il test e mi abbraccia, mille baci, il suo cuore sul mio, le lacrime che si mischiano e alla fine una risata fa sparire la tensione. E adesso cosa si fa? cosa devo fare? Chiamiamo la ginecologa, o mio Dio mamma santissima aspetto un bambino. A casa mio marito mi aspetta in cucina, mi viene incontro sulla porta mi solleva da terra e mi fa girare come una trottola, ride come un matto ma gli occhi non nascondono l'emozione, e quello sguardo non lo scorderò mai. Dalla ginecologa scopriamo che il mio tempo finisce il 22 maggio, Santa Rita, io non lo so saranno coincidenze, sarà quello che vuoi, ma ho sentito un tuffo al cuore, e nel silenzio della mia macchina tornando a casa, due lacrime scendevano sul viso e un grazie silenzioso saliva verso il Cielo. Passano i mesi, e dopo il terzo mese comincio a rilassarmi, 17 settimane sono in macchina e sento un battito, una bolla che scoppia in fondo alla pancia, era la mia palletta, mamma io sto bene stai tranquilla. Alla visita successiva ci dicono che aspetto una bambina, Eleonora, ti chiamerai Eleonora e sarai il nostro amore immenso. Alla fine dell'ottavo mese mi sale la pressione e una tacchicardia mostruosa mi impedisce di fare qualsiasi cosa, alla 38° settimana mi ricoveano per indurmi il parto ma non va come deve andare e dopo due giorni di stimolazioni, si va di cesareo. Ricordo perfettamente la sensazione sulla pelle del camice sulla pelle nuda, la cuffietta nei capelli, attraversare quel corridoio e salutare mio marito e incrociare gli occhi di mia madre fuori dalla sala d'attesa, ricordo la porta che si chiude alle mie spalle, "Signora sentirà un pizzicotto ma non si muova" e poi le gambe che non riesco più a sentire, il braccialetto che mi hanno messo al polso col nome della bimba, le mie mani legate, il telo verde a coprire quello che il ginecologo stava per fare " dottore non tagli ancora che io ancora sento" " ahahaaa tranquilla abbiamo quasi fatto tra poco la vedi!" " adesso sentirai un pò di pressione" qualcuno mi schiaccia sotto il seno e sento nitidamente lo svuotamento della mia pancia " ecco un bellissimo bambino," " come un bambino, non facciamo scherzi" e poi sento quel vagito quel ngheeee che ricorderò per sempre, quella testina ancora sporca di sangue passare sopra di me, e le lacrime iniziano a scendere, " come sta? va tutto bene" " signora è bellissima e va tutto bene" e poi  ancora li sul lettino con le mani legate mi accostano il suo visino alla mia guancia e ho cominciato a singhiozzare, la mia bimba era vicina a me e mi stava ciucciando una guancia, Signore se è un sogno non svegliarmi mai più... E poi la portano avvolta in un telo fuori dalla porta dove c'erano i parenti ad aspettare, è stato un tripudio di gioia e felicità, inutile dire che mia mamma ha pianto fino allo sfinimento. Intanto a me mi richiudono per bene e mi riportano in camera si apre la porta e sono tutti li, con le lacrime agli occhi " hai fatto un capolavoro, è una bimba bellissima" ecco, l'abbraccio di mia sorella, i baci di mio padre in fronte, e mia madre che non la smetteva di dirmi quanto era bella, quanto fossi stata brava, e poi finalmente mio marito si avvicina, mi abbraccia forte, mi manca l'aria, lui piange in silenzio, io singhiozzo forte " amore ti amo, grazie per avermi dato il regalo più bello che potessi farmi" e mi porge un mazzo di rose rosse e orchidee rosa, e poi finalmente arriva lei, nella sua culletta, con gli occhi spalancati, nella sua tutina rosa, l'infermiera la prende e me la mette sul petto, vi prego fermate tutto, fermate il tempo, fermate il mondo, voglio solo rimanere così per sempre, abbracciavo e coccolavo quel petalo di rosa e ho capito cos'è l'amore, quello vero, quello che per lei daresti tutto, daresti la vita... Oggi Eleonora ha 50 giorni e poco più, ogni giorno che passa è una scoperta, un passo avanti, una manina testa, un sorriso, un accenno di risata, piccoli traguardi che mi ricompensano di tutta la fatica che comporta l'essere mamma, ma ne è valsa la pena, eccome se ne è valsa la pena. Ti amo amore della mamma, e ora so perchè ho dovuto aspettare per averti, perchè tu e solo tu potevi rendermi così felice, grazie Signore per avermi dato questa gioia, per sempre grazie.


lunedì 2 luglio 2012


Ho avuto sonno ad ogni ora del giorno

E voglia di frullato ad ogni ora della notte

Ho cercato il suo nome nei nomi delle strade

Ho convissuto con la nausea

Ho sentito il mio cuore battere con il suo

Ho visto il mio corpo cambiare

Ho riempito il suo mondo di colore

Ho contato le ore e i minuti

Ho avuto paura di non essere pronta

Ho trattenuto nel mio anche il suo respiro

Ho messo tutta la forza che avevo

E tutto solo per questo momento

ed ogni volta che passa questa pubblicità devo trattenere le lacrime... in quell'attimo c'è TUTTA UNA VITA!!!! 
LM

Il Nanetto e chissà....

Sono Sonietta_1976 (sia qui che su Libero) e nei miei blog ho sempre parlato apertamente di tutta la mia vita, anche perchè mio marito (Bestiolina) ne è a conoscenza ed occasionalmente lo legge.

Ci siamo conosciuti nel 2006 al battesimo del figlio di un nostro amico e da quel giorno, non ci siamo più staccati (tranne quando io sclero e lo rispedisco virtualmente da sua mamma).

Come tutte le neo coppie che hanno passati ed esperienze distanti anni luce, i primi tempi non sono stati dei più facili... nonostante tutto l'amore che provavamo e proviamo l'uno per l'altra.

Ma alla fine, abbiamo insieme smussato gli angoli più decisi e trovato una nostra dimensione.

E quale modo migliore per suggellare il nostro amore se non una piccola Iena? E così, abbiamo iniziato a cercare, cercare, cercare...

Ma per due anni, le nostre ricerche sono state vane... le mie ovaie non sono propriamente "perfette"... la sinistra (di dimensioni maggiori di oltre il 30% rispetto alla norma) è piena di cisti e già in passato mi aveva creato problemi.

Infatti sono stata operata per l'asportazione di una cisti endometriosica di 15 cm.... (in pratica un Alien cresceva dentro di me!!!):

L'ovaia destra, per quanto più sana, è comunque anch'essa con un discreto numero di cisti..

Le possibilità di una procreazione naturale erano abbastanza basse e ne ero perfettamente a conoscenza.

Nonostante tutto, ogni mese era una sofferenza...

Nell'estate del 2009, dopo la mia ennesima crisi di pianto, decidiamo che al rientro delle vacanze, ci saremmo recati presso la Asl per vedere come muoverci per la PMA... avevo un po' di strizza, lo ammetto, ma non vedevamo altra soluzione.

Partiamo per la Sardegna, per goderci il mare e le immersioni, che sono la mia passione da sempre.

Primo tuffo a -30 mt.... e mi faccio fuori praticamente tutta l'aria della bombola... il che è abbastanza anomalo, normalmente ho dei consumi ridotti....

Do la colpa alla mancanza di allenamento e ci riprovo, facendo un'immersione a profondità più contenute.

Non finisco tutta l'aria, ma poco ci manca.... Non so cosa sia scattato nella mia testa, ma al rientro dall'immersione, mi fermo in farmacia e compro un test....

Arrivo in casa e lo faccio senza neanche attendere... POSITIVOOOOO!!!

Era il Nanetto che mi stava dicendo che era già lì e che quelle profondità non gli facevano bene!

Io e Bestiolina increduli, con le lacrime agli occhi... vorremmo urlare al mondo quanto siamo felici, ma per scaramanzia, non diciamo nulla a nessuno della famiglia fino alla fine del terzo trimestre.

Il 28 maggio 2010, alle ore 10.29, eccolo tra le mie braccia, il mio Amore gigante: kg. 3.900 di coccole e guanciotte cicciosissime.

Sono passati due anni e, parafrasando Gnappetta, ogni giorno sono sempre più innamorata di questo monellaccio, che con quegli occhi azzurri e quel sorriso mi fa sciogliere ogni volta.

A marzo di quest'anno, Bestiolina mi fa gli occhi dolci e mi chiede il bis... al quale acconsento, nonostante le mie ansie e paure (riusciremo a gestire tutto???).

Ero pronta spiritualmente ai continui risultati negativi (che le mie ovaie sempre anomale sono) e mi ero imposta di vivere questa nuova ricerca con più serenità.

Ma ecco che invece, quasi al primo colpo, abbiamo fatto centro!!!

Oggi ho ritirato le analisi: il dosaggio BetaHCG non lascia dubbi in merito, è a 49.609!!!

Ho già chiamato la mia ginecologa e non vedo l'ora di fare la prima ecografia.

Anche questa volta, abbiamo deciso di non dire nulla al resto della famiglia sino al termine del terzo trimestre... visto che l'altra volta ci ha portato bene, meglio non rischiare!

E speriamo che sia femmina questa volta...
Post più recenti Post più vecchi Home page

Potrebbe interessarti anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...